Moria di Api, Rubini (AIC): «Combattere i pesticidi e difendere la natura»

A parlare è Francesco Rubini, capogruppo Altra Idea di Città, che commenta la strage di api denunciata dall'associazione ProPolis

foto di repertorio

ANCONA - «La notizia della strage di api nell’area del Parco del Conero annunciata dagli operatori dell’associazione ProPolis ci addolora, ma purtroppo non ci stupisce. Da molti anni, infatti, realtà sociali, operatori, ambientalisti e tanti singoli amanti della natura denunciano invano i rischi e i danni conseguenti all’uso di pesticidi, erbicidi e insetticidi responsabili di minare profondamente l’equilibrio dei vari ecosistemi su cui vanno ad agire in maniera nociva». A parlare è Francesco Rubini, capogruppo Altra Idea di Città, che commenta la strage di api denunciata dall'associazione ProPolis. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ciò che più fa rabbia è che tutto questo sia addirittura accettato dentro un’area protetta come quella del Parco del Conero in cui la difesa della natura dovrebbe essere ragione costitutiva dell’ente stesso. Per queste ragioni, coerentemente al nostro impegno ambientalista, ci sentiamo di aderire all’appello lanciato dall’associazione ProPolis contro l’utilizzo dei pesticidi e di metterci a disposizione per attivare tutte le azioni necessarie per portare questa battaglia in tutte le sedi possibili. Le api sono uno dei grandi patrimoni che la biodiversità ci offre, difenderle significa tutelare l’intera sostenibilità del nostro sistema di vita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio alla baia, le fiamme divorano il ristorante Spiaggia Bonetti

  • Ricercato in Italia, faceva la bella vita a Santo Domingo: preso latitante marchigiano

  • Alba di fuoco a Portonovo, ogni ipotesi aperta. Bonetti: «Una tragedia ma ripartiremo»

  • La polizia gli chiede i documenti e lui si rifiuta: «Non siete legittimati a farlo»

  • Piazza del Papa come un ring, volano anche bottiglie di vetro: tre giovani in ospedale

  • Terribile schianto in via Conca, tir perde il controllo e schiaccia un'auto

Torna su
AnconaToday è in caricamento