Amianto sugli immobili: l’assessore Donati risponde alle polemiche

L’assessore regionale ad ambiente ed energia Sandro Donati risponde alle polemiche sorte sulla stampa per l’impossibilità di conoscere i siti che ospitano amianto nelle Marche

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“Stampa eccessivamente attenta in questi ultimi giorni ai dati relativi alla presenza di amianto sugli immobili. I dati, che risalgono ad un censimento del 2007, realizzato dall’ARPAM di Pesaro, sono pubblicati ufficialmente sul sito della Sanità regionale e riguardano un percentuale di dati purtroppo relativa, perché alla scheda di rilevazione ha risposto il 26% degli interessati.

La polemica pretestuosa sui dati oscurati è relativa ai dati legati alla privacy, tutelati dal garante. E’ evidente che non è possibile, da parte della Regione, divulgare dati relativi a informazioni sensibili. Polemica ancora più sterile, sapendo che la Regione Marche è attenta da anni al pro-blema legato allo smaltimento di questo materiale nocivo alla salute.

Non solo, la nostra Regione ha promosso e ottenuto che l’incentivo statale legato al IV conto energia fosse portato a 5 €/cent a kWh prodotto, rendendo l’intervento ancor più conveniente e sicuro ma con la campagna Eternit Free - partita all’inizio del 2011 – ci si è posti l’obiettivo della sostituzione delle coperture in eternit con quelle a fotovoltaico: si incentiva contempora-neamente, con questa operazione, la rimozione del materiale dannoso alla salute e l’uso delle rinnovabili.

E’ notizia di questi giorni che il GSE conferma ufficialmente l’incentivazione fino al giugno 2012. Quindi inutile creare situazione di allarmismo: più importante è invece assicurare da parte di enti pubblici, privati, associazioni di categoria operanti nel settore edilizio e delle rinnovabili, che la Campagna Eternit Free raggiunga nelle Marche un risultato che permetta anche un rilancio dell’economia nel settore dell’efficientamento energetico degli edifici”.
 

Torna su
AnconaToday è in caricamento