Crisi Aerdorica, Rossi: «Film già visto, siamo un Paese in paralisi»

Il vicesindaco di Falconara, città che ospita l'aeroporto regionale, interviene sulla vicenda dello stop di Enac e Ministero, al piano di privatizzazione di Aerodorica parlando di un "Sistema Italia" non competitivo

A prescindere dalle responsabilità, l'incertezza delle procedure affossa il Sistema Italia. È un punto di vista alternativo quello che il vicesindaco di Falconara, Clemente Rossi, ha affidato al suo blog nel commentare la vicenda Aerdorica/Novaport. L'amministratore falconarese la definisce "un film già visto". «Non posso fare a meno di rilevare - aggiunge - che il cosiddetto Sistema Italia non può essere competitivo in questo modo. L'insopportabile groviglio di norme, le incertezze interpretative, il sospetto di brogli inficiano ogni operazione economica. Giusto e doveroso combattere il malaffare ma estremizzare la lotta o rispettare in maniera manichea la forma ci sta portando a bloccare tutto».

Rossi, al netto delle responsabilità ("Belluzzi era o meno consapevole oppure ha cercato di essere concreto?") legge il risultato: la paralisi. «Strano paese il nostro - prosegue il commento - : grandi potenzialità, una grande storia, grande fantasia, grande inventiva, eppure incapace di coniugare il vecchio con il nuovo, il passato con il presente, la sicurezza del benessere con la concorrenza economica, la certezza del diritto con la democrazia praticata. Siamo all'ennesima dimostrazione di non saper essere in grado di attrarre finanziatori e capitali esteri. In barba a qualsiasi ricorrente giaculatoria, formulata da vari quadrati e da vari livelli, Governo in testa, che recita incessantemente circa la vitale necessità per il nostro paese, in un mondo globalizzato, di ricercare investimenti da oltre confine». 

La speranza di Rossi è che l'opzione russa per privatizzare il Sanzio non sia perduta. «Il “nostro aeroporto - conclude - è una macchina troppo importante per rimettere in moto un meccanismo produttivo, regionale e non solo, da troppo tempo arrugginito e inceppato. Da soli – e il profondo rosso del bilancio di Aerdorica è lì a evidenziarlo - non ce la faremo mai».

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

I più letti della settimana

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • Inferno in A14, colpa del cambio di carreggiata: 27enne in gravissime condizioni

  • Carambola da paura nella notte: 7 i coinvolti, due feriti gravi

  • Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

  • Violento frontale al Vallone, donna gravissima: automobilista ubriaco fugge per campi

Torna su
AnconaToday è in caricamento