Aerdorica, c'è l'ok del Tribunale sul concordato preventivo: la parola passa ai creditori

L'amministratore unico Federica Massei soddisfatta. Lega all'attacco: «Scelte di Ceriscioli affatto illuminate»

La buona notizia è che il tribunale fallimentare ha accolto il piano di concordato preventivo presentato per salvare Aerdorica, società che gestisce l'aeroporto Raffaello Sanzio. Si resta però in attesa del parere della Commissione europea sull'ammissibilità del finanziamento da 25 milioni di euro fatto dalla Regione Marche. Avanti, piano ma qualcosa si muove. L'adunanza dei creditori, chiamati a votare la proposta, è fissata per il 16 gennaio. Il piano prevede il pagamento integrale ai creditori privilegiati (dipedenti, Erario, Inps) e al 15% a banche e fornitori. Sul punto è intervenuto il capogruppo consiliare della Lega nord, Sandro Zaffiri, presidente della Commissione di inchiesta sulla vicenda che chiede di non fermarsi alle critiche «ma si lavori su un grande piano per lo sviluppo dell’aeroporto».

Il capogruppo del Carroccio chiede un impegno della Giunta regionale «a programmare il futuro dell’aeroporto delle Marche lungo tre direttrici fondamentali: individuare una direzione con eccellenti capacità nel settore del trasporto aereo; attuare una operazione di costante monitoraggio stante il perdurare della situazione di crisi; presentare all’Assemblea entro il 30 novembre 2018 un programma di iniziative, concretamente realizzabili, volte all’effettivo rilancio dell’aeroporto e contenuto all’interno ad un più complessivo piano di sviluppo. Sarebbe troppo semplice limitarsi ad un secco giudizio negativo fondato su dati ed elementi inconfutabili. Un giudizio che, intanto, andrebbe esteso al periodo successivo al 2015, coinvolgendo anche la presidenza Ceriscioli, che certamente non si è contraddistinta per scelte illuminate».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovanni, travolto dall'esplosione al distributore: morto a soli 29 anni

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Esplosione al distributore di benzina, muore operaio anconetano: aveva 29 anni

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Settimo cambio d'insegna per Auchan, anche a Senigallia arriva il Conad Superstore

Torna su
AnconaToday è in caricamento