Sollevare il piede dall'acceleratore, arrivano nuovi autovelox

Due nuovi apparecchi installati in zone rosse. Il sindaco: «Saranno deterrente in tratti dove si sono verificati tanti incidenti anche gravissimi» 

Foto di repertorio

Contro l'alta velocità che continua a mietere vittime, arrivano due nuovi autovelox nelle strade a maggior rischio di incidenti del territorio falconarese: la Variante alla Statale 16, nel tratto tra l'imbocco davanti alla ex Caserma Saracini e il confine con Ancona e la Statale Adriatica, nel rettilineo tra Rocca Priora e il confine con Montemarciano. Un'unica arteria, in realtà, che attraversa il territorio comunale da nord a sud ed è caratterizzata da traffico intenso. Il Comune di Falconara, dopo un confronto con l'Anas e in seguito al parere favorevole del prefetto, ha deciso di installare un misuratore elettronico della velocità a poca distanza dalla Caffetteria, sul lato opposto, per monitorare i veicoli che da nord viaggiano verso sud (direzione Falconara-Torrette). Un altro autovelox fisso sarà installato lungo la Statale Adriatica, poco a sud della ex Montedison, per controllare la velocità dei veicoli che procedono in direzione nord (da Falconara verso Montemarciano).

In entrambi i punti in cui saranno istallati gli autovelox il limite è di 70 chilometri orari. La Variante è da anni teatro di incidenti, alcuni anche gravissimi. Stando ai dati diffusi l'anno scorso dalla Polizia stradale e pubblicati sui media, gli incidenti rilevati nel 2012 dalla sola Polstrada nel tratto di Variante tra Falconara e Torrette sono stati 18, scesi a 14 nel 2013 per risalire a 20 nel 2014. Nel 2015 le pattuglie della Stradale sono intervenute per 13 incidenti, che sono stati 21 nel 2016 e 19 nel 2017. A rischio anche la Statale Adriatica, dove sono stati numerosi gli incidenti dovuti all'alta velocità. Uno dei più gravi era avvenuto nel novembre 2017, quando in un frontale persero la vita tre giovani, due anconetani di 35 anni e un 21enne residente a Montemarciano. In precedenza la Statale era stata teatro di altri incidenti mortali, proprio nel tratto che finirà sotto 'l'occhio' dell'autovelox. Gli impianti saranno installati a breve. «È importante favorire la sicurezza in strade in cui si sono verificati gravissimi incidenti - dice il sindaco Stefania Signorini -. I due autovelox, come prevede la legge, saranno indicati agli automobilisti dall'apposita segnaletica e questo rappresenterà un deterrente all'alta velocità, che è all'origine di molti degli incidenti che si sono verificati».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • La carrozzeria dell’auto è come i nostri capelli: vai col balsamo!

I più letti della settimana

  • Perde il controllo dello scooter, poi lo scontro con l'auto: è morto

  • L’extra lusso fa tappa ad Ancona, in porto c'è il "Pelorus": è l'ex yacht di Abramovich

  • Cade dal tetto della sua azienda, Claudio ha lottato ma non ce l'ha fatta

  • Panico in città, crolla un solaio: soccorsi al lavoro per cercare persone sotto le macerie

  • Incrocio maledetto, il furgoncino la centra mentre passeggia: ragazza in ospedale

  • Risse tra bande e rapine, il locale deve chiudere: stavolta è uno chalet balneare

Torna su
AnconaToday è in caricamento