Autocarri sulle strade marchigiane, è allarme inquinamento: i dati

L'indagine è stata condotta e pubblicata dall'Osservatorio sulla Mobilità sostenibile dell'Airp

È ancora elevato il numero di autocarri molto vecchi e particolarmente inquinanti in circolazione sulle strade marchigiane. Su un totale di 139.291 autocarri circolanti nella regione, quelli che appartengono alle categorie di emissione Euro 0, 1, 2 e 3 rappresentano la maggioranza e sono 83.387, pari al 59,9% del totale. Si tratta di veicoli immatricolati prima del 2006 e quindi caratterizzati da elevati livelli di emissioni.

I dati

Gli autocarri Euro 4, 5 e 6 sono invece 55.904, e cioè il 40,1% del totale. Questi dati emergono da un’elaborazione dell’Osservatorio sulla Mobilità sostenibile di Airp (Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici) sulle più recenti informazioni di fonte Aci. L’elaborazione fornisce anche un prospetto dei dati a livello provinciale. Nelle Marche la provincia in cui vi è la percentuale maggiore di autocarri ante Euro 4 è Fermo (62,5%). A Fermo seguono Ascoli Piceno (61,8%), Macerata (61,3%), Pesaro e Urbino (59,2%) e Ancona (56,9%). A livello nazionale, su un totale di 4,8 milioni di autocarri circolanti, quelli che appartengono alle categorie di emissione Euro 0, 1, 2 e 3 rappresentano la maggioranza e sono 2,7 milioni, pari al 56,6% del totale. Gli autocarri Euro 4, 5 e 6 sono invece 2,1 milioni, e cioè il 43,4% del totale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Parcheggia lo scooter e si lancia sotto il treno: tragedia sui binari

  • Choc in spiaggia, prende a pugni una donna e scappa: nella fuga perde i documenti

  • Crisi respiratoria, portata all'ospedale in elicottero: ragazza in gravissime condizioni

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

  • Porta a spasso il cane e si accascia, inutile la rianimazione: muore in strada

Torna su
AnconaToday è in caricamento