Stop dell’auto, approfittane per verificare documenti e scadenze: ecco cosa controllare

I documenti da avere a bordo e le scadenze prorogate. Tutto quello che servirà quando torneremo a usare l'auto

Lo stop forzato dell’automobile può creare qualche problema alla stessa vettura, ma può anche essere un’occasione per rimettere in ordine i documenti e tirare le fila delle scadenze assicurative e non solo. 

I documenti necessari 

La patente di guida, il certificato di assicurazione e il libretto (o carta) di circolazione sono i tre documenti da tenere sempre con sé quando si guida. E’ consigliabile approfittare di questa pausa per verificarne lo stato (eventuale deterioramento), la validità e gli obblighi derivanti per prevenire severe sanzioni.
In ambito assicurativo, si ricorda che dal 18 ottobre 2015 è stato eliminato l’obbligo di esporre sul parabrezza dell’auto il contrassegno, ma occorre tenere a bordo il certificato di assicurazione o al più averne una copia digitale salvata nel proprio smartphone. Il certificato di assicurazione attesta la copertura RCA obbligatoria e riporta tutti i dati della polizza, utili da avere sottomano soprattutto in caso di incidente. Sebbene l’esistenza di una garanzia assicurativa possa essere verificata dalle Forze dell’Ordine attraverso un controllo in tempo reale della banca dati ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicurative), è sempre bene avere copia del documento perché, in caso di problemi di accesso al database, la responsabilità di dimostrare la copertura assicurativa è a carico dell’automobilista.

I vecchi certificati e il modulo blu

È tendenza diffusa, per pigrizia o eccesso di zelo, l’accumulo dei vecchi certificati assicurativi nel cruscotto: si crea così un archivio che può rassicurare, ma che è totalmente inutile, dal momento che l’unico documento da conservare è quello in corso di validità. Insieme al certificato dell’assicurazione è consigliabile avere in dotazione anche il cosiddetto “modulo blu” per la constatazione amichevole in caso di sinistro. Sarebbe opportuno, inoltre, verificare la presenza in auto dei numeri utili di assistenza per incidente o guasti, verificando anche quali servizi sono inclusi nella propria polizza assicurativa.

Le scadenze

Tra le scadenze, una delle più critiche ma più importanti da memorizzare per l’automobilista è quella della revisione del veicolo. Si consiglia di controllare questo termine tenendo presente che il recente decreto-legge “Cura Italia”, tra le tante misure varate, ha rinviato l’ispezione obbligatoria al 31 ottobre 2020 per tutti i veicoli con scadenza tra marzo e luglio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio alla baia, le fiamme divorano il ristorante Spiaggia Bonetti

  • Marche, nell'ultima settimana si abbassa l'età dei positivi :il 75% dei casi è under 35

  • Terribile schianto in via Conca, tir perde il controllo e schiaccia un'auto

  • Alba di fuoco a Portonovo, ogni ipotesi aperta. Bonetti: «Una tragedia ma ripartiremo»

  • Spiagge libere in alto mare, un salasso: ecco tutto quello che c'è da sapere

  • Lidl continua a crescere, nuovo punto vendita ad Ancona e 6 assunzioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento