Passo carrabile: come si richiede, quanto costa e quando scade

Tutte le informazioni per chiedere l'assegnazione di un passo carrabile nel Comune di Ancona. Costi, iter e durata del servizio

Foto di repertorio

C’è sempre qualche auto parcheggiata davanti all'ingresso del garage. Come fare? Basta chiedere al Comune l’assegnazione di un passo carrabile. Per ottenere il divieto di sosta davanti alla proprietà privata, con relativa segnaletica o dissuasori, c’è però un iter da rispettare. La domanda per il rilascio dell’autorizzazione, deve essere redatta su un apposito modello regolarizzata in termini di bollo e deve essere indirizzata alla società Ancona Entrate.

Informazioni da inserire nella domanda

- Generalità del richiedente il passo carrabile: per le persone fisiche: il cognome e nome, la residenza o il domicilio legale, il codice fiscale e, se presenti, la partita IVA, l’eventuale recapito telefonico e l’indirizzo e-mail e/o l’indirizzo di posta elettronica certificata o di qualsiasi altro mezzo di comunicazione telematica con caratteristiche di sicurezza e certificazione della trasmissione che rendono le comunicazioni opponibili a terzi.

Per le persone giuridiche o i soggetti comunque diversi dalle persone fisiche: la denominazione o la ragione sociale, la sede legale, il codice fiscale e la partita IVA, le generalità del rappresentante che sottoscrive la domanda, gli eventuali recapiti telefonici  e l’indirizzo e-mail e/o l’indirizzo di posta elettronica certificata o di qualsiasi altro mezzo di comunicazione telematica con caratteristiche di sicurezza e certificazione della trasmissione che rendono le comunicazioni opponibili a terzi;

- titolo di godimento dell’immobile a cui è asservito il passo carrabile

- ampiezza dell’apertura (luce del passo);

- ubicazione del passo carrabile  (l’indirizzo e il numero civico);

- dati catastali;

destinazione del passo carrabile (a servizio di civile abitazione o di impianti produttivi o di struttura pubblica);

- esistenza o meno di cancelli, serrande o di sistemi di apertura automatizzati;

- esistenza o meno di manufatti su suolo pubblico (es. marciapiede, scivolo, ecc.);

- distanza del passo carrabile da eventuali incroci;

- dimensioni del passo carrabile;

- descrizione particolareggiata dei lavori che si intendono eseguire;

-  impegno del richiedente a sottostare a tutti gli obblighi e alle disposizioni contenute nel presente regolamento, nell’atto di autorizzazione.

Da allegare alla domanda

- marca da bollo da apporre sull’autorizzazione che viene rilasciata da Ancona Entrate;

-planimetria in scala 1:2000 con evidenziato in colore rosso il passo carrabile;

-attestazione del versamento dovuto per il costo di  € 25,00  del cartello segnaletico e di € 25,00 per i diritti di istruttoria e sopralluogo.

Qualora per la realizzazione del passo carrabile fossero necessarie opere per le quali la normativa vigente preveda l’autorizzazione o altro titolo abilitativo, il richiedente dovrà presentare apposita istanza al competente ufficio comunale tendente ad ottenere l’atto autorizzativo (autorizzazione edilizia).

L’Iter

L’istruttoria della domanda è svolta dalla società Ancona Entrate, che predispone apposita autorizzazione amministrativa previa acquisizione dei necessari pareri tecnici rilasciati dai competenti uffici comunali. Ancona Entrate attiva la fase istruttoria con la verifica della regolarità e completezza della domanda. Qualora l’esito dell’istruttoria sia positivo, provvede ad inoltrare la domanda agli uffici comunali competenti per acquisirne gli eventuali pareri tecnici (Ufficio Traffico, Gestione Edilizia, Polizia Municipale) che si rendano opportuni o che siano prescritti da norme e regolamenti. È sufficiente anche un solo parere negativo rilasciato dai competenti uffici, affinché Ancona Entrate comunichi il rigetto della domanda di occupazione, accompagnata da motivazione che recepisca i pareri acquisiti. In nessun caso lo scadere del termine determina assenso all’occupazione. Al termine dell’istruttoria, acquisiti i pareri positivi dei competenti uffici comunali, viene emesso il relativo provvedimento, appositamente motivato, di autorizzazione o di diniego della stessa.

Quanto dura l’autorizzazione?

I provvedimenti di autorizzazione all’ apertura di accesso carrabile, che sono rinnovabili alla loro scadenza, hanno la durata massima di 29 anni. Ancona Entrate può revocarli o modificarli in qualsiasi momento per sopravvenuti motivi di pubblico interesse o di tutela della sicurezza stradale, senza essere tenuta a corrispondere alcun indennizzo. Nel caso di trasferimento di proprietà e/o possesso dell’immobile il nuovo possessore dovrà inoltrare domanda di subentro all’ufficio che ha rilasciato l’autorizzazione di passo carrabile.

La segnaletica 

Il segnale di “Passo carrabile” o “Accesso carrabile” viene rilasciato dalla società Ancona Entrate previo versamento da parte dell’interessato di una somma pari ad € 25,00 cadauno da effettuarsi presso la Tesoreria comunale o ufficio postale e da allegare alla domanda per il rilascio dell’autorizzazione. Il segnale indicherà gli estremi dell’autorizzazione rilasciata. E’ vietata l’apposizione di cartelli di passo carrabile non regolamentari riproduttivi dei simboli previsti dal vigente Codice della Strada come previsto e sanzionato dall’art. 45 dello stesso codice.

In caso di furto del segnale “Passo carrabile” o “Accesso Carrabile” il privato dovrà presentare apposita istanza alla società  corredata da copia della denuncia di furto. La società provvederà al rilascio di nuovo segnale, previo versamento della somma sopra indicata, che verrà collocato dal privato a sua cura e spese.

In caso di deterioramento del segnale “Passo carrabile” o “Accesso carrabile” tale da rendere illeggibile gli estremi dell’autorizzazione riportati sullo stesso, il privato dovrà presentare istanza alla società Ancona Entrare al fine di ottenere nuovo segnale, previo versamento della somma indicata nel presente articolo e restituzione del segnale deteriorato.

Canoni 

I passi carrabili sono assoggettati al pagamento del relativo canone in conformità al  regolamento comunale COSAP o a quant’altro dovuto, secondo le normative vigenti in materia, nonché al pagamento delle spese per l’istruttoria della pratica ed eventuale sopralluogo che si renda necessario per la definizione della richiesta (art. 27 c. 3 D.Lgs 285/92) e le spese relative al rilascio dell’apposito cartello.

Rinuncia

Se il titolare del passo carrabile non ha più interesse ad utilizzarlo, può presentare domanda per la messa in pristino dell’assetto stradale. Si può avanzare l’istanza di rinuncia 90 gg. prima della scadenza annuale. Ove non vi sia espressa rinuncia di autorizzazione, il titolare della stessa è tenuto al versamento della tassa annuale fino alla scadenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Malore alla guida in A14, poi l'incidente: 48enne ricoverato in gravi condizioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento