Modalità di smaltimento, calendari, e punti di raccolta rifiuti: ora è tutto in una app

Arrivano Junker e Rifiutologo, presentati come strumenti di comunicazione messi al servizio dei cittadini e dei residenti nei comuni gestiti da AnconAmbiente

La app Junker

AnconAmbiente S.p.A. torna ancora una volta a comunicare con l’utenza e lo fa con due strumenti paralleli che distribuirà gratuitamente nei comuni di Ancona, Fabriano, Sassoferrato e Serra De’ Conti. Nello specifico si tratta di una riedizione su formato cartaceo del Rifiutologo, un vero e proprio vademecum della raccolta differenziata dove, peraltro, si possono trovare in maniera esaustiva tutte le informazioni e numeri utili aziendali e la nuovissima APP Junker (per smartphone Android o Apple) che riconosce con un solo clic quello che stiamo gettando e ci dice come fare secondo la normativa del territorio.

«Un doppio strumento, una comunicazione parallela che possa coprire l’intera fascia d’utenza – ha dichiarato Roberto Rubegni AD di AnconAmbiente – così che le informazioni possano essere recepite da tutti, senza escludere nessuno, la definirei una vera e propria comunicazione su misura. Aggiungiamo all’ormai collaudato Rifiutologo questa nuova APP, uno strumento innovativo, che parla ben 10 lingue e che sarà di grande aiuto a tutti i cittadini che risiedono nei comuni gestiti da AnconAmbiente. Junker ha il vantaggio di poter utilizzare vari elementi di un dispositivo mobile come fotocamera e GPS, sarà sempre precisa e puntuale nel rispondere correttamente alle questioni che più ci interessano, ovvero dove e quando conferire i rifiuti, a tutto vantaggio di un sostanziale risparmio economico, ma soprattutto rispettando l’ambiente e le città».

«Con questa APP e le sue 10 lingue è possibile coprire, praticamente, l’intera fascia d’utenza del comune di Ancona – queste le parole di Pierpaolo Sediari Vice Sindaco di Ancona – ma AnconAmbiente ha fatto ancora di più riproponendo anche il nuovo Rifiutologo cartaceo che sarà di grande aiuto alla popolazione che è meno avvezza all’uso della tecnologia abbattendo, così, anche le barriere del digital devide. Apprezzo molto lo sforzo che l’azienda sta facendo dal punto di vista della comunicazione e sono convinto che questo favorirà il corretto conferimento di tutti i tipi di rifiuti, mettendo fine, in maniera progressiva, all’orribile pratica dell'abbandono indiscriminato».

«Il tema dei rifiuti è una priorità per questa amministrazione – ha rilevato Gabriele Santarelli Sindaco di Fabriano – perché siamo consapevoli dell'importanza che riveste sul fronte della tutela dell'ambiente e su quello della sostenibilità economica sia del bilancio comunale e sia per i cittadini. Stiamo lavorando anche a livello comunicativo per ridargli centralità attraverso campagne di sensibilizzazione rivolte alle fasce di età più giovani, un'attenzione mediatica martellante attraverso i canali tradizionali e i social network e incontri sul territorio concentrati soprattutto nelle frazioni dove si registrano maggiori difficoltà e dati più bassi per quanto riguarda la frazione differenziata. I due progetti presentati oggi rappresentano due tasselli fondamentali per dare forza a questo percorso perché se si vogliono ottenere risultati sempre migliori è necessario dare continuità alle attività di formazione e informazione».

«Nel comune di Sassoferrato abbiamo già raggiunto un’ottima percentuale di raccolta differenziata – ha detto Ugo Pesciarelli Sindaco di Sassoferrato – e il lavoro che da anni portiamo avanti insieme ad AnconAmbiente sta dando i sui frutti. L’opera di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza è costante e questa nuova APP sarà un’ulteriore è importantissimo servizio che metteremo a disposizione gratuitamente per tutti».

«Viaggiando spesso per lavoro – ha affermato Giacomo Farneti ideatore della APP – mi trovavo ogni volta a dover imparare le regole locali. Mi sono chiesto se la tecnologia oggi non ci potesse dare un modo più veloce e preciso di sapere come differenziare i prodotti. Qui è nata l’idea di Junker, ho avuto l’intuizione di partire dal codice a barre per riconoscere univocamente i prodotti che usiamo e associarli ai materiali di cui sono costituiti. Ne è nato un servizio semplice da utilizzare realizzato usando lo smartphone. Con i miei soci siamo molto orgogliosi di vedere crescere il consenso degli utenti così rapidamente in tutta Italia e di poter offrire alle amministrazioni uno strumento finalmente efficace per permettere i propri cittadini di differenziare senza dubbi o errori».  

La APP Junker

Per facilitare la vita ai cittadini di Ancona, Fabriano, Sassoferrato e Serra De’ Conti, AnconAmbiente ha adottato e messo a disposizione gratuitamente Junker, un servizio fruibile tramite APP (per smartphone Android o Apple) che riconosce con un solo clic quello che stiamo gettando e ci dice come fare secondo la normativa del territorio. Tanto semplice da essere rivoluzionaria e, cosa non da poco, parla pure 10 lingue.

Come funziona Junker?

Una volta scaricata sul proprio smartphone, è sufficiente scansionare il codice a barre del prodotto o dell’imballaggio, Junker lo riconosce grazie ad un database interno di oltre 1.500.000 di prodotti e ne indica la scomposizione nelle materie prime e i bidoni cui sono destinati. Basta fare l’esempio delle buste di carta con finestra di plastica, oppure delle confezioni di caffè, delle bottiglie in PVC o MaterBi e via dicendo. E che fare con il Tetrapak che in alcune regioni si smaltisce insieme alla carta e in altre con la plastica? Un database ‘in progress’ che è aggiornato quotidianamente anche grazie al contributo degli utenti Se il prodotto scansionato non è riconosciuto, l’utente può trasmettere alla APP la foto dell’oggetto e ricevere la risposta in tempo reale, mentre la referenza è aggiunta a quelle esistenti. Uno strumento innovativo perfettamente in linea con la filosofia delle Smart Cities cui Ancona, Fabriano, Sassoferrato e Serra De’ Conti stanno puntando.

Junker è gratis

Junker è a disposizione gratuitamente per tutti, e dà anche la possibilità di comunicare molte altre informazioni: ubicazione dei punti di raccolta e dei CentrAmbiente, percorsi, calendari del porta a porta, indicazioni per i rifiuti speciali, segnalazione degrado ecc., in tal modo si previene anche il rischio di sanzioni indesiderate.

Junker in Italia e in Europa

Junker è un’APP, unica in Italia e in Europa, che ha riscosso un notevole successo diffondendosi rapidamente in tutta Italia perché offre un servizio rapido, di facile utilizzo, accurato e completo, aperto ai contributi degli utenti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Papa Francesco abbraccia i malati e benedice i bimbi: 10mila fedeli in festa a Loreto - FOTO

  • Cronaca

    In un anno più di 66mila multe, così il Comune incassa quasi 17mila euro al giorno

  • Cronaca

    Simula di dormire in camera e poi passa la notte in discoteca: così evade dai domiciliari

  • Cronaca

    Assalto notturno all'ufficio postale, i ladri arrivano fino al caveau: colpo da 100mila euro

I più letti della settimana

  • Tragedia al parco, giovane trovato senza vita appoggiato ad un albero

  • Era scomparsa da oltre un giorno, trovata nella sua auto: è grave

  • Il mostro che combatteva lo ha sconfitto, Alessandro è morto

  • La spiaggia delle Due Sorelle è la più bella d'Italia: lo dice Skyscanner

  • Trovata riversa in casa, Angela è morta per una grave emorragia

  • Aggredita mentre dà ripetizioni ad una bambina, la mamma la colpisce con un pugno

Torna su
AnconaToday è in caricamento