Educazione ambientale rivolto alle scuole

A fine Maggio il Comune ospiterà le “RiciclOlimpiadi”, una manifestazione ludico-educativa dedicata alle scuole primarie della Provincia

L'assessore agli studenti

Anche quest’anno si sono svolti i percorsi educativi e di sensibilizzazione su ambiente e rifiuti, rivolti ad alcune classi della scuola elementare di Camerano. Il progetto è seguito dall’Ata Rifiuti in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, la Rieco e il Comune di Camerano. Scopo delle lezioni e delle attività è quello di dare nozioni sulla raccolta differenziata con una serie di iniziative che educano i giovani al rispetto dell’ambiente e al vivere “ecosostenibile”. Per facilitare la comprensione, agli alunni vengono presentati personaggi di fantasia legati alla raccolta differenziata, al recupero delle risorse e alle pratiche del riuso. Grazie alla familiarizzazione con questi personaggi gli alunni ripercorrono in maniera divertente e coinvolgente, le regole della raccolta differenziata. Quest’anno l’argomento principale è stato il “Marine litter plastic” e i problemi di “salute generale” dell’ecosistema a causa dell’uso sproporzionato della plastica. A conclusione dei corsi, è stato effettuato un sopralluogo presso il Centro Ambiente del Comune durante il quale è stato illustrato in modo pratico la corretta modalità di conferimento e il giusto comportamento da adottare per salvaguardare le aree pubbliche dai rifiuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A fine Maggio il Comune ospiterà le “RiciclOlimpiadi”, una manifestazione ludico-educativa dedicata alle scuole primarie della Provincia che prevede una serie di attività all’aperto che hanno come “leitmotiv” il rispetto e l’educazione ambientale. Un complimento va a tutte quelle famiglie che hanno dato un forte segnale di sensibilità ambientale fornendo il proprio figlio di borraccia, durante l’orario di lezione, al posto delle bottigliette in plastica o contenitori in tetra pak. Con molta probabilità nei prossimi anni ci saranno divieti sull’uso di materiali in plastica monouso come posate, piatti, bicchieri, cannucce e mescolatori per bevande, ma ovviamente il gesto di “instillare” un buon comportamento va ben oltre qualsiasi norma o regolamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio alla baia, le fiamme divorano il ristorante Spiaggia Bonetti

  • Ricercato in Italia, faceva la bella vita a Santo Domingo: preso latitante marchigiano

  • La polizia gli chiede i documenti e lui si rifiuta: «Non siete legittimati a farlo»

  • Alba di fuoco a Portonovo, ogni ipotesi aperta. Bonetti: «Una tragedia ma ripartiremo»

  • Piazza del Papa come un ring, volano anche bottiglie di vetro: tre giovani in ospedale

  • Terribile schianto in via Conca, tir perde il controllo e schiaccia un'auto

Torna su
AnconaToday è in caricamento