Cambiamenti climatici, tre giorni con la Croce Rossa per imparare a difendere l'ambiente

Nelle giornate dell'11, 12 e 14 dicembre all'Informagiovani dibattiti e workshop con la Cri e i volontari del Servizio Civile Universale: ecco tutti i dettagli dell'iniziativa

I volontari della Croce Rossa e del Servizio Civile Universale

Tre giornate intere dedicate all’ambiente e alla sensibilizzazione sui cambiamenti climatici. Mercoledì 11, giovedì 12 e sabato 14 dicembre i volontari del Servizio Civile Universale, insieme alla Croce Rossa e in collaborazione con diversi esperti e associazioni impegnate attivamente in questo campo, incontreranno tutti i cittadini per fornire le giuste informazioni sul tema dei cambiamenti climatici e capire cosa può fare, ciascuno di noi nel suo piccolo, per ridurli. L’appuntamento è presso la sala conferenze dell’Informagiovani, in piazza Roma, con infopoint organizzati dalle 15 alle 17,30 e, a seguire, all’interno degli spazi underground, dibattiti e workshop fino alla sera.

L'iniziativa

«Sarà un’ottima occasione per approfondire un tema molto attuale e per acquisire i giusti strumenti che ognuno di noi può applicare nella vita di tutti i giorni» hanno spiegato i volontari presentando l’iniziativa nella sede della Croce Rossa di via del Commercio. «Si tratta di un progetto sviluppato dai ragazzi del Servizio Civile Universale e ospitato per la prima volta dalla Croce Rossa: è il punto di partenza di una simbiosi perfetta» ha spiegato Camilla Giuliani della Governance regionale Marche, che ha portato i saluti del presidente Fabio Cecconi. Un progetto molto particolare che, ha sottolineato Irene Pastore, vice delegata area sviluppo e comunicazione Cri del Comitato di Ancona, insieme a Luca Riginelli (delegato Area 5 Cri Ancona) e Caterina Cimarelli (operatrice di Drrcca) «nasce dalla collaborazione con Università, Wwf, Legambiente e altre associazioni in un incontro di forze in cui, concretamente, si traduce il concetto di cittadinanza attiva». Lorenzo Massacesi, Marika Traini, Letizia Volponi e Lorenzo Facchini: sono loro i volontari del Servizio Civile Universale che hanno aderito al progetto annuale “La Croce Rossa Italiana nelle Regioni - Protezione Civile”. «Uno dei punti focali del nostro progetto è l’impatto che la popolazione ha nell’ambito della Protezione Civile, che non è solo risposta all’emergenza, ma anche prevenzione e pianificazione - hanno spiegato -. Elaborando in gruppo questo concetto, siamo arrivati alla progettazione di una settimana dedicata all’ambiente, all’interno della quale si svolgeranno tre eventi sui cambiamenti climatici e i rischi connessi al territorio». Il progetto si articolerà in tre giornate con l’obiettivo, ha aggiunto Massacesi, di «dare una corretta informazione sul tema dei cambiamenti climatici e i giusti strumenti da applicare tutti i giorni». I consigli sono riassunti in un decalogo riportato su dépliant che verranno distribuiti all’Informagiovani, la cui operatrice, Ketti Marini, ricorda che «il nostro è uno spazio aperto, gratuito, fruibile alla cittadinanza, pronto ad ospitare iniziative di rilievo come questa». 

Il programma 

La prima giornata (11 dicembre) sarà dedicata ai cambiamenti climatici e alla perdita della biodiversità, con la partecipazione delle psicologhe della Croce Rossa Francesca Pastore e Antonietta Masullo, della ricercatrice universitaria Eleonora Gioia, del presidente del Wwf Ancona-Macerata Marco Pietroni e di Sauro Papi, presidente della Fondazione Cetacea di Riccione. La seconda giornata (12 dicembre) sarà incentrata sui fenomeni meteo estremi e sul rischio idrogeologico con la partecipazione di Francesco Locca e Paolo Sandroni della Protezione Civile, di Alice Brisighelli (delegata area salute-formatore del Comitato Cri Marche) e di Jason De Matteis, istruttore Drrcca (Riduzione rischi da disastro e cambiamenti climatici) del Comitato di Ascoli. La terza giornata (14 dicembre) si intitola “We are (climate) change, la cittadinanza attiva come risposta ai cambiamenti climatici”, con i rappresentanti del movimento Fridays for future Ancona, Emiliano Stazio, vicepresidente del circolo Il Pungitopo, Claudio Marinelli, presidente del comitato Mezzavalle Libera ed esponenti del centro di educazione ambientale Sergio Romagnoli, rappresentante della riserva naturale Ripa Bianca di Jesi. Le informazioni dettagliate sull’evento si posso trovare nella pagina Facebook ufficiale Croce Rossa Italiana - Comitato Regionale Marche o digitando “Cambiamenti Climatici”: conoscerli per vivere in modo consapevole o ancora con l’hashtag #WeareClimateChange. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Coronavirus, confermato il primo caso nelle Marche: è un 30enne

Torna su
AnconaToday è in caricamento