Primo giorno di scuola: le istituzioni salutano i piccoli alunni

La campanella è suonata e i rappresentanti delle istituzioni hanno voluto salutare gli alunni in occasione del primo giorno di scuola

L’assessore regionale alle Pari Opportunità, Manuela Bora ha visitato questa mattina, in occasione del primo giorno di scuola, l’Istituto comprensivo Raffaello Sanzio di Falconara Marittima e l’annesso plesso montessoriano “l’Aquilone” insieme al sindaco Stefania Signorini. Dopo aver ringraziato per il benvenuto rivoltole dalla dirigente Rosa Martino, l’assessora Bora ha ricordato proprio la figura di Maria Montessori dicendosi una sostenitrice del metodo da lei elaborato. «Sono assolutamente convinta dell’attualità e validità di questo metodo – ha affermato -  così diffuso e apprezzato in tutto il mondo e, paradossalmente, a volte trascurato proprio nel nostro Paese. Fortunatamente non qui e non nelle tante eccellenze a livello didattico presenti nella nostra regione, che dobbiamo sempre di più promuovere, coniugando proiezione internazionale e pratica locale e quotidiana del metodo. Da mamma – ha aggiunto - non ho avuto alcun dubbio nello scegliere per mio figlio, che ha da poco compiuto 2 anni, una scuola nido montessoriana e vorrei che tutto il suo percorso scolastico fosse per quanto possibile coerente con questo primo passo». Quindi l’assessore ha sottolineato l’importanza delle attività extracurricolari svolte dallo stesso istituto nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) finanziato grazie ai fondi strutturali europei. «Un fondamentale aiuto economico grazie al quale  i nostri ragazzi possono proseguire nell’apprendimento anche nelle ore pomeridiane, arricchendo le loro competenze su temi come inclusione sociale, orientamento, cittadinanza globale, educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico. Capite bene l’importanza di affrontare già a scuola quelli che sono i temi capitali dei nostri tempi. Insomma – ha concluso - credo che avete davanti un radioso futuro e attraverso lo studio e l’impegno sarete protagonisti. Buon inizio anno scolastico».  

 

Il sindaco Signorini si è invece rivolta direttamente ai bambini: « «Questo per voi è un giorno importante, è il primo giorno di scuola. Questo istituto lavora su progetti che arricchiscono l’offerta formativa. L’attivazione dell’indirizzo montessoriano è stato un progetto importantissimo che qualifica la scuola, cui il Comune di Falconara ha lavorato con grande impegno ed entusiasmo insieme agli insegnanti e alla dirigenza scolastica. La collaborazione tra la scuola e le istituzioni è indispensabile per far sì che l’intera comunità cresca». La Signorini nei prossimi giorni farà visita alle altre scuole cittadine per rivolgere agli studenti falconaresi l’augurio di un anno scolastico ricco di esperienze, votato all’apprendimento e alla socializzazione.

Cerreto d’Esi e Pergola

L’assessore regionale all’Istruzione-Formazione, Loretta Bravi , in occasione dell’apertura delle scuole, si è recata questa mattina in visita a due istituti scolastici: l’Istituto Comprensivo Italo Carloni di Cerreto d’Esi e l’Istituto comprensivo G. Binotti  di Pergola . A Cerreto d’Esi ha visitato tutto il complesso scolastico , dal Nido alle Primarie, alle Medie, accompagnata anche dal sindaco Giovanni Porcarelli . Qui l’assessore Bravi ha invitato i ragazzi a «saper cogliere il bello del luogo che li ospita e la fortuna di essere accompagnati in un fondamentale percorso formativo da docenti motivati e affettuosi». Loretta Bravi ha anche messo in evidenza l’importanza delle scuole dell’entroterra e ha sottolineato come la comunità di Cerreto ha saputo «investire in cura, attenzione e sicurezza degli edifici, come investimento nel valore dei futuri cittadini». Quindi a Pergola, accompagnata dalla dirigente provinciale dell’Ufficio Scolastico, Marcella Tinazzi, dopo aver visitato insieme ai bambini l’orto, i giardini e le attività botaniche di educazione ambientale, Loretta Bravi si è soffermata sul tema della flessibilità nelle autonomie che «chiediamo per tutto l’entroterra». Quindi ha esaminato, insieme alla dirigente scolastica, le diverse progettualità che vanno anche nella direzione di conciliare i tempi di vita e di lavoro delle famiglie. La Regione Marche infatti – ha evidenziato infine l’assessore – si muove sul fronte educativo e dell’offerta formativa con una progettualità precisa che parte dal Nido e arriva all’alta formazione post universitaria. Una ratio organica che guida una serie di iniziative mirate e distribuite per ordini e gradi di istruzione che puntano non solo alla proposta qualitativa scolastica, ma anche a sostenere il welfare della famiglia». 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli studenti di Agraria tornano a casa, riapre la facoltà: «Siamo di nuovo una famiglia»

  • A Loreto arriva l'università, Scienze Gastronomiche si studia all' Einstein Nebbia

  • Energie rinnovabili, sfida a colpi di creatività: torna il contest "Alceo Moretti"

  • Vernici ignifughe e normative, seminario gratuito indetto dall'Ordine degli Ingegneri

  • Il porto sbarca all'università, arriva il corso di laurea dedicato ai trasporti marittimi

  • Vernici ignifughe, l'Ordine degli ingeneri organizza una giornata di formazione gratuita

Torna su
AnconaToday è in caricamento