Robotica e scuola, i numeri di "FabLearn Italy" tra droni e laboratori 3D

all’Università Politecnica delle Marche sono arrivate più di 1000 persone tra docenti, ricercatori e studenti per parlare delle nuove tecnologie legate a metodi di apprendimento

Robotica e scuola, all’Università Politecnica delle Marche sono arrivate più di 1000 persone tra docenti, ricercatori e studenti per parlare delle nuove tecnologie legate a metodi di apprendimento. Sono state giornate ricche di esperienze diverse e di utili confronti iniziato il 20 novembre con l’apertura del convegno internazionale FabLearn Italy la conferenza internazionale che riunisce ricercatori, insegnanti ed educatori che lavorano nella robotica educativa e concluse il 24 novembre con la competizione dei droni al Palacus di Ancona.
 
FabLearn Italy 2019, appuntamento del ciclo delle FabLearn Conferences quest’anno si è tenuta ad Ancona alla Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche ed è stata  organizzata dall’UNIVPM e da INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa). Tramite lectures, presentazioni scientifiche, poster e workshop si è discusso degli ultimi risultati sull’introduzione di fabbricazione digitale e robotica nella didattica, sulla robotica assistiva per l’educazione, sulla cultura “maker” e sull’innovazione degli spazi per gli ambienti di apprendimento, per approfondire come strumenti e metodologie educative innovativi siano in grado di sostenere una didattica più attuale, inclusiva ed efficace, in cui gli alunni diventano i protagonisti del processo di apprendimento.
 
Spazio anche ai più piccoli con i Lab 3D, uno spazio espositivo interattivo,  dove gli alunni della Scuola dell’Infanzia aiutati dai colleghi della Primaria e Secondaria hanno progettato e stampato in 3D oggetti di fantasia. Per gli studenti delle scuole superiori, all’interno di FabLearn, è stato organizzato in Aula Magna il Marche drone-week, co-organizzata dal Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione dell'Università Politecnica delle Marche, dal Gruppo Modellistico WACO dell'Aero Club di Roma, dal CUS Ancona e dal Drone Racing Fano. L'appuntamento, alla sua seconda edizione, vuole avvicinare i giovani alla robotica moderna anche attraverso lo sport e ha visto la partecipazione di 700 studenti delle scuole superiori, arrivati da tutte le Marche, venerdì mattina in Aula Magna e nel pomeriggio nei diversi laboratori di robotica della Politecnica. Inoltre, nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 novembre si è tenuta la gara di Drone Racing negli impianti sportivi UNIVPM (Strada della Grotta, 19 A, Posatora di Ancona).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un centro polifunzionale nella scuola di Lollo, apre il “Future Lab Lorenzo Farinelli”

  • Il punteruolo rosso ha distrutto le palme, i bambini piantano quelle nuove

  • Occupazione dopo la scuola, due istituti premiati da Eduscopio 2019

  • Al Panzini parte il progetto Open: «Non siete il futuro, ma il presente che cambierà l’Italia»

  • Nuovo laboratorio per gli ottici di domani, taglio del nastro al Podesti - Calzecchi Onesti

  • Gli alunni del Dante Alighieri piantano la quercia del Dono Day

Torna su
AnconaToday è in caricamento