Conservare le prove nelle scene del crimine, inaugurato il corso formativo

L'obiettivo è formare i volontari specializzati nel soccorso in emergenza affinchè le lascino tali ma abbiano la possibilità di agire al fine di salvare vite

Sabato 20 ottobre è stato inaugurato il Corso Formativo "Scena del Crimine - aspetti legali e tecnici del soccorso" promosso dalla Crocerossa Italiana Marche in collaborazione con la Polizia di Stato Sez. Scientifica Dip. Interregionale Marche-Abruzzo presso il Comitato Croce Rossa & Locale di Jesi.

Lo scopo del Corso Formativo è stato quello di portare un Protocollo di azione mirato alla salvaguardia della vita umana come priorità, preservando però le tracce e i luoghi dove si è svolta la scena criminosa al fine di conservare prove che devono essere esaminate per necessità giudiziarie e, di formare i Volontari specializzati nel soccorso in emergenza affinchè le lascino tali ma abbiano la possibilità di agire al fine di salvare vite. Il Dott. Francesco Bravi, Presidente della Croce Rossa Locale ha dato inizio ai lavori portando al Dott. Massimiliano Olivieri, Vice Questore Capo del Dipartimento Interregionale Marche Abruzzo della Scientifica, i saluti dei Vertici Regionali e di tutti i Volontari del Comitato Locale e Provinciale. È seguita una lezione teorica diretta dal Dott. Olivieri sugli aspetti legali che ogni Volontario operante nel Soccorso in Emergenza deve tener bene presente a tutela personale e di chi soccorre, ampliando con aspetti tecnici e casistiche dei casi già trattati finora, con la sua decennale esperienza nel settore.

Ha fatto seguito nella didattica l'intervento dell'Ispettore Superiore Gianfranco Caruso che ha approfondito l'aspetto operativo nella Scena del Crimine. È seguita una breve esercitazione, realizzata dal gruppo dei Truccatori e Simulatori della Crocerossa Italiana, ripresa da un fatto noto alle cronache con l'impiego delle Volanti della Questura di Jesi, delle ambulanze della Croce Rossa Italiana con equipaggi formati dai discenti il Corso scelti dai Formatori Sanitari Cri e infine dalla Squadra della Scientifica diretta dallo Stesso Ispettore Superiore.Nella seconda giornata si è svolta la seconda simulazione seguita poi da un debriefing sulle manovre di soccorso effettuate, curato sempre dagli Agenti della Polizia, le due giornate si sono concluse con una ottima torta commemorativa offerta dalla Pasticceria Zoppi di Jesi per l'occasione. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Libri scolastici nuovi, scontati e usati: a casa tua in 24 ore

  • Open day salvamento: il corso gratuito per diventare assistente bagnante

  • Benvenute matricole e futuri studenti, alla Politecnica inizia la "settimana zero"

  • Futuri arbitri di calcio, parte il corso dell'AIA Ancona

  • Bullismo, educazione alimentare e ambientale: tutti a scuola con le nuove materie

  • Nuovi presidi, ponti e vacanze: i numeri del nuovo anno e c'è una scuola da record

Torna su
AnconaToday è in caricamento