Logopedia, Braille e informatica: un corso per assistere i bambini non vedenti

Cento ore di lezione per imparare a seguire con la dovuta competenza un bambino che non vede. E’ l’obiettivo del nuovo corso di aggiornamento per ‘Operatore domiciliare per persone con disabilità visiva’

Foto tratta da Wlos.com

Cento ore di lezione per imparare a seguire con la dovuta competenza un bambino che non vede. E’ l’obiettivo del nuovo corso di aggiornamento per ‘Operatore domiciliare per persone con disabilità visiva’ promosso dall’Irifor (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) e dall’Unione italiana ciechi e ipovedenti delle Marche.
Le iscrizioni sono partite da qualche giorno e scadono il prossimo 15 novembre. Il corso si terrà nella sede dell’Irifor Marche, ad Ancona, in via Leopardi. Orari e cadenze saranno definiti a seconda della disponibilità di insegnanti e corsisti, mentre l’avvio è fissato per i primi giorni del prossimo anno. Le lezioni sono rivolte a un minimo di 8 partecipanti e a un massimo di 15 candidati con cittadinanza italiana o straniera (con buona conoscenza della lingua italiana e in possesso di regolare permesso di soggiorno), e diploma di scuola media superiore.

Il corso di Aggiornamento B/AI TE.10.4.1.1 – Operatore portatori handicap, mira a fornire le necessarie conoscenze a chi vuole dedicarsi all’assistenza di giovani in età scolare con deficit della capacità visiva, anche quando si presentino con altri deficit relativi alla sfera del comportamento, alla sfera cognitiva ed alla mobilità.
“Il corso – spiega Alina Pulcini, Presidente Uici Marche e Irifor regionale – è rivolto anche tutti coloro che hanno bisogno di approfondire le proprie conoscenze e competenze o un aspetto particolare della propria formazione. Possono partecipare laureati, studenti universitari o con diploma di scuola media superiore e tutte le persone che operano nel settore o che vogliono avvicinarsi a questo genere di attività. Molti ragazzi già assistono i giovani disabili visivi ma non tutti hanno la necessaria preparazione. Le lezioni mirano proprio a fornire loro tutte quelle informazioni utili a seguire con la dovuta competenza i nostri bambini”.

Le materie trattate riguarderanno l’Area medica (10 ore) con oculistica, neurologia e neuropsichiatria, l’Area psicologica (10 ore), l’Area tiflopedagogica (15 ore), Sussidi speciali e loro utilizzo (10 ore), Logopedia (5 ore), Braille (10 ore), Informatica (10 ore), Orientamento, mobilità e autonomia personale (5 ore), Psicomotricità e sviluppo motorio (5 ore). Al termine del percorso formativo è previsto un tirocinio operativo di 20 ore. Il corso ha un costo di 900 euro a persona ma sono disponibili voucher formativi della Regione ai sensi del DDPF n. 957/2018. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un centro polifunzionale nella scuola di Lollo, apre il “Future Lab Lorenzo Farinelli”

  • Sette studenti diventano apprendisti, è record regionale per la scuola anconetana

  • "Rallentate, qui si gioca ancora per strada", i piccoli alunni sensibilizzano il quartiere

  • Il punteruolo rosso ha distrutto le palme, i bambini piantano quelle nuove

  • I bambini inaugurano il parco pubblico, piantato il nuovo albero

  • Occupazione dopo la scuola, due istituti premiati da Eduscopio 2019

Torna su
AnconaToday è in caricamento