"Viaggio nella Siria che resiste", Sebastiano Caputo incontra gli anconetani

Il giornalista Sebastiano Caputo è stato ospite del circolo Proudhon Ancona per parlare del conflitto siriano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Sabato 26 Marzo si è svolto l'incontro organizzato dal Circolo Proudhon Ancona "Alle Porte di Damasco, viaggio nella Siria che resiste" con ospite il giornalista Sebastiano Caputo, direttore de L'Intellettuale Dissidente e collaboratore de Il Giornale. Caputo si è recato recentemente in Siria e ci tornerà a breve, e ha portato le testimonianze raccolte direttamente sul campo. Infiltrazioni terroristiche già nel 2011, responsabilità dell'occidente, interessi geopolitici, premeditazione dell'attacco alla Siria. Centinaia di migliaia di morti e milioni di profughi: questo è il risultato di una guerra voluta e fomentata dall'esterno.

L'affluenza all'evento e il seguente dibattito partecipato e costruttivo significano come tra le persone ci sia voglia di conoscenza e di informazione vera e priva di doppi fini: ciò lascia ben sperare per la città di Ancona e per gli anconetani, che nonostante non abbiano molte possibilità di informarsi o partecipare ad eventi del genere, quando ci sono accorrono numerosi. L'incontro si è tenuto al CircolOff (via Barilatti 38) ed è durato un'ora abbondante, dalle 17.30 alle 18.45, ed è il secondo di una serie di incontri a sfondo culturale e metapolitico che il neonato Circolo Proudhon ha intenzione di organizzare.

Torna su
AnconaToday è in caricamento