Al via l'11ma rassegna teatrale in vernacolo jesino "Lo Sberleffo"

E’ dedicata a Lello Longhi, uno tra i maggiori poeti dialettali di Jesi, l’11ma rassegna di teatro amatoriale in vernacolo jesino “Lo Sberleffo” della Fondazione Pergolesi Spontini, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi.

Per l’occasione, il busto marmoreo di Lello Longhi, torna definitivamente nel Foyer del Teatro Pergolesi dove era collocato in passato. Il busto, modellato alla fine degli anni ’70 da Vito Barbaresi, e’ stato per l’occasione restaurato dallo scultore jesino Massimo Ippoliti.

Nato a Jesi nel 1901, orologiaio, scrittore in lingua e in vernacolo, Lello Longhi (all’anagrafe Aurelio) ha saputo leggere, come pochi, nell’anima della nostra gente, coglierne il sentimento e l’arguzia, sempre attento a sottolineare i valori della famiglia, dell’amicizia, e del sociale. Nel 1956 aveva pubblicato la sua prima raccolta di poesie, La campana de San Fiorà; negli anni Cinquanta iniziò la produzione di commedie, pure in dialetto, alcune delle quali conobbero fortuna in teatri extra regionali; scrisse anche, in italiano, nel 1962, un dramma in tre atti sulla vita di Pergolesi.

Fu anche giornalista, brillante ed inesauribile, nell’immediato dopoguerra, sostenendo con la sua penna e la sua verve il carico maggiore degli scritti pubblicati da II Montirozzo. Mori il 26 marzo del 1979. Nello stesso anno usciva il suo ultimo volume: Mistiganza Jesina, “prose rime chiacchiere in dialetto”.

In suo onore, la rassegna “Lo Sberleffo” propone tre esilaranti commedie al Teatro Pergolesi, tra febbraio e marzo, per due recite ciascuna. Sul palcoscenico, tre compagnie che valorizzano la feconda tradizione del teatro in vernacolo jesino. Le storie sono spaccati di vita quotidiana della nostra città, raccontati attraverso divertenti gallerie di personaggi.

Il primo appuntamento è sabato 1 febbraio, ore 21.15 con replica domenica 2 febbraio, ore 17.15 con la Compagnia Teatro Amatoriale "I Filetti Rossi Sperluccicosi" nella commedia brillante in due atti in dialetto jesino “corrente” scritta e diretta da Andrea Giuliani “NON DOVRIA VOLA' 'NA MOSCA...”.

Il cartellone prosegue sabato 8 marzo, ore 21.15 e domenica 9 marzo, ore 17.15: sul palcoscenico del “Pergolesi” è l’Associazione Culturale "SIPARIO!" con una commedia brillante in due atti scritta da Loredana Cont e diretta da Emanuela Corsetti, dal titolo “POGHI MA BONI”.

Chiude la rassegna la Compagnia di Teatro Amatoriale “El Passì”, sabato 29 marzo, ore 21.15 e domenica 30 marzo, ore 17.15 con “TUTTO PE’ I GUADRÌ!!” commedia brillante in due atti in vernacolo jesino, scritta da Oriano Barchiesi per la regia Walter Ricci.
 
BIGLIETTI E CARNET: Carnet Lo Sberleffo (3 spettacoli): posti di platea e palchi euro 30. Biglietti: posti di platea e palchi euro 13, loggione euro 7. Ingresso gratuito per i bambini fino a 10 anni solo nei palchi e accompagnati da un adulto.

INFORMAZIONI: Biglietteria Teatro G. B. Pergolesi dal mercoledì al sabato 9.30-12.30/17.00-19.30, e da un’ora prima dell’inizio di ogni spettacolo. Tel. 0731 206888 - Fax 0731 224105. E-mail biglietteria@fpsjesi.com - www.fondazionepergolesispontini.com
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Drive-in al Paradise: Fight club apre il cartellone all'aperto

    • dal 1 al 31 luglio 2020
    • Paradise
  • Lazzabaretto Cinema: il programma di giugno e luglio

    • dal 28 giugno al 31 luglio 2020
    • Lazzabaretto
  • Sguardi di Novecento, Giacomelli e il suo tempo: la mostra riapre i battenti

    • dal 27 maggio al 27 settembre 2020
    • Palazzo del Duca | Palazzetto Baviera
  • Arena Italia, la programmazione di luglio sotto le stelle

    • dal 10 al 31 luglio 2020
    • Arena Cinema Italia
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    AnconaToday è in caricamento