Il rapper hardcore Salmo al Mamamia con l' "Hellvisback Tour"

Si va inesorabilmente verso la fine dell’estate… No, un momento. Non per il Mamamia. Per il club più underground della regione è ancora tempo di scatenarsi e divertirsi sotto le stelle, con la migliore musica e soprattutto con i migliori artisti nazionali e internazionali.

Sabato 27 agosto è dunque una data da segnarsi in agenda, perché sul mastodontico palco esterno salirà un artista incredibile. Parliamo di Salmo (recentemente disco d’oro e di platino col suo album Hellvisback) il rapper sardo che nel giro di pochi anni ha conquistato la vetta della scena hip hop italiana e internazionale, arrivando ad aprire persino il tour di concerti di Jovanotti negli stadi italiani (visto che Lorenzo è un suo grande fan) e ad esibirsi nei maggiori festival d’Europa e del mondo. Salmo conosce bene il Mamamia di Senigallia, club che alcuni anni fa ha contribuito a lanciarlo quando l’unico disco in circolazione era The Island Chainshaw Massacre, all’epoca poco conosciuto ma oggi considerato una pietra miliare della musica italiana. Un disco che ha stravolto per sempre il modo di fare rap nel nostro paese. Tanto tempo è passato da quel suo live a Senigallia, seguito poi da altre date epiche al Mamamia, tutte rigorosamente sold-out. E quella di sabato non sarà da meno, basti pensare alle tantissime prevendite già vendute da settimane.

Salmo (all’anagrafe Maurizio Pisciottu, classe 1984) è un pionieristico artista sardo, ma a Milano ha trovato la sua dimensione come rapper. Lavora insieme alla sua crew, il collettivo Machete, in una factory warholiana che è casa e studio insieme, animata da rapper, produttori, grafici e videomaker. Da Olbia a Milano, dall’ambiente metal, punk-rock e hardcore dell’Isola, in un solo anno Salmo si è preso la scena rap italiana e ne ha cambiato i connotati di genere, introducendovi elementi di elettronica e rap hardcore come qui in Italia ancora non si era visto.
Prima di approdare definitivamente al rap, Salmo ha militato in gruppi hardcore, dagli Skasico (con cui ha prodotto tre album e girato l’Europa) ai Three Pigs ai To Ed Gein, con cui ha partecipato all’Heineken Jammin Festival di Venezia nel 2008. Nel 2011, dopo un’incessante attività live cominciata 13 anni prima, Salmo produce il primo disco solista “The Island Chainshaw Massacre” in cui si mischiano sonorità elettroniche e rap anni ’90, tratto distintivo e rivoluzionario per il panorama rap italiano. Lo stesso anno si trasferisce a Milano e, a inizio 2012, in una sola settimana darà vita per Tanta Roba – l’etichetta indipendente di Guè Pequeno e Dj Harsh- all’album della svolta: “Death USB” subito primo in classifica su iTunes nella settimana di Sanremo. Salmo diventa l’artista più cliccato, in testa ai big della musica italiana e internazionale. L’attività live occupa un posto centrale nell’attitudine dell’artista che trova sul palco la sua naturale e autentica dimensione, a contatto col suo pubblico che è trasversale come il suo personaggio e la sua proposta musicale, pesantemente contaminata e in continua evoluzione. Nel 2013 sforna il nuovo disco “Midnite”, che raggiunge dopo una settimana dall’uscita il primo posto tra gli album più venduti in Italia fino ad arrivare alla conquista del Disco d’Oro.

Devono trascorrere tre lunghi anni per poter ascoltare un nuovo disco di Salmo. Un lasso di tempo enorme per i fan che continuavano a chiedergli di pubblicare l’opera. E lo scorso febbraio (2016) è arrivato Hellvisback, un concentrato di rap, rockabilly e atmosfere color rosso Tarantino, certificato Disco D’oro dopo una sola settimana dall'uscita nei negozi e Disco di Platino dopo un mese. Hellvisback mette in mostra il Salmo più raffinato ma sempre graffiante, sia nei vocal che nella musica. Insomma, un disco destinato a lasciare il segno come i precedenti.
L’energia di Salmo, un artista vero e non solo di facciata, sempre live con una vera band perché lui stesso amante della batteria “sporca” in stile punk rock, è pronta a travolgere Senigallia. Un’altra esclusiva di lusso dunque per la città e per il Mamamia.

Inizio concerto ore 22.30, apertura porte ore 21. Vista la preannunciata elevata presenza di fan, si consiglia di arrivare presto e di acquistare il biglietto in prevendita sui circuiti ticketone e ciaotickets. I biglietti saranno comunque disponibili anche in cassa.

Dopo il live è vietato andare a casa, perché se il concerto di Salmo sarà una vera bomba dell’estate, la serata non sarà da meno. Nell’ambiente house, deep e Techno spazio a David Scaloni, Lorenzino, Andrea Cenci, afro music by Fattori, Giamma, Tium, rock selezionato da Simone Xsky, Andrea Bartoccini, Andrea Mercurio. Non mancherà La Regina con la sua trash e ovviamente al loro posto Tium, Menca, Gianca e Alpha con le migliori hit reggae e dancehall.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Massimo Ranieri in concerto: tutte le informazioni sul suo "Sogno e son desto 500 volte"

    • 27 febbraio 2020
    • Teatro delle Muse
  • The Legend of Morricone: le arie del grande maestro interpretate dall'Ensemble Symphony Orchestra

    • 6 marzo 2020
    • Teatro dellle Muse
  • Massimo Ranieri e il suo "Sogno e son desto"

    • 27 febbraio 2020
    • Teatro delle Muse

I più visti

  • Il Carnevalò torna in città: il programma dell'edizione con Madame Operà

    • Gratis
    • dal 29 febbraio al 1 marzo 2020
    • centro città
  • Il "Carnival" di Piazza del Papa accende la città

    • Gratis
    • 25 febbraio 2020
    • Piazza del Papa
  • La maschera più originale e bella si decide a Fabriano

    • solo domani
    • Gratis
    • 23 febbraio 2020
    • da piazzale matteotti
  • Senigallia sotto le stelle: il programma delle iniziative

    • Gratis
    • dal 8 al 25 febbraio 2020
    • varie
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    AnconaToday è in caricamento