Violenza sulle donne: ad Ancona la presentazione del rapporto nazionale

Il capoluogo prescelto assieme ad altre 13 città per ospitare il 25 febbraio prossimo il workshop Intervita "quali investimenti per le strategie di contrasto alla violenza sulle donne?"

In prossimità dell’8 marzo il Comune di Ancona, ospita il workshop dal tema “Quali investimenti per le strategie di contrasto alla violenza sulle donne?” proposto da Intervita onlus che ha scelto Ancona, assieme ad altre 13 città italiane, per la presentazione del rapporto nazionale sul costo sociale della violenza sulle donne.

“Siamo stati scelti da Intervita – spiega l’assessore alle Pari Opportunità Emma Capogrossi, - in quanto ci è stata riconosciuta una elevata competenza sul tema grazie alle esperienze, ai progetti, alle buone pratiche attivate nel nostro territorio. In particolare saranno proprio alcune componenti della Rete Antiviolenza Cittadina contro la violenza alle donne (alla cui costituzione abbiamo lavorato sin dal novembre scorso assieme alla Consigliera di Parità effettiva della Provincia di Ancona) a partecipare in qualità di relatori al workshop con l’obiettivo di produrre delle Raccomandazioni per un sistema integrato di servizi a contrasto della violenza sulle donne”. In tale documento, che verrà presentato al Tavolo interministeriale sulla violenza contro le donne, verranno raccolti gli spunti, i suggerimenti e le buone prassi presenti a livello territoriale, in Italia, e quindi anche ad Ancona, per arrivare a offrire un contributo costruttivo al miglioramento delle politiche nazionali.

“Ospitando questo appuntamento – conclude l’assessore Capogrossi – viene riconosciuto ad Ancona il valore del percorso portato avanti sino ad ora su questa problematica ed anzi, esso viene ritenuto meritevole di essere posto all’attenzione nazionale”.

IL RAPPORTO. “Quanto costa il silenzio?” è il titolo del rapporto, che evidenzia come ci si trovi di fronte ad un fenomeno talmente difficile da misurare da risultare a volte impalpabile, sommerso, silenzioso: le vittime, si sa, parlano assai meno degli autori di reato.
Questa ricerca parte dalla considerazione che l’intervento pubblico, a contrasto della violenza contro le donne può evitare guai maggiori a tutta la collettività.
Che effetto fa sapere che “la violenza domestica” in Italia costa 17 miliardi di euro? Più di 6 milioni di euro vengono spesi in interventi per "prevenzione e contrasto"? Che effetto fa avere su un foglio bianco una misurazione del danno economico e sociale che un Paese come l'Italia sopporta ogni anno perché gli uomini umiliano, picchiano, uccidono le donne?
Ad esempio l’indagine evidenzia che i costi sostenuti in Italia dai Comuni per l’assistenza sociale delle vittime e dei loro figli sono stimati in 155 milioni di euro. La mancata produttività che subisce il sistema a causa della violenza contro le donne è stimata in 604,1 milioni di euro;10 milioni è il numero dei giorni lavorativi persi a causa della violenza.

L’APPUNTAMENTO DEL 25 FEBBRAIO. Ottava tappa Ancona, martedì 25 febbraio, per il doppio appuntamento con “Le parole non bastano più” la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi di Intervita Onlus. Nelle Marche, 1 donna su 3 ha subito violenza fisica o sessuale nel corso della vita. E ancora, 4 donne su 10 sono state minacciate, 1 su 2 è stata schiaffeggiata, 6 su 10 sono state spinte, strattonate e afferrate con violenza. Accanto agli inaccettabili ed inestimabili costi umani di questo vero e proprio bollettino di guerra, la sola regione Marche sostiene costi allarmanti in termini economici.
Dal 14 febbraio all’8 marzo Intervita Onlus porta in 14 città italiane un tour che dà voce, per la prima volta in Italia, alle donne vittime di violenza e incontra le Istituzioni locali e le realtà che operano sul territorio per confrontare le pratiche di intervento messe in atto fino ad oggi e ragionare su misure concrete per le azioni future.
La mattina, il workshop "Quali investimenti per le strategie di contrasto alla violenza sulle donne", con il Patrocinio del Comune di Ancona, a partire dalle Ore 9.00 presso la Sala Ex Consiglio Comunale, Largo XXIV Maggio 1, dedicato agli addetti ai lavori e alle Istituzioni locali vede la partecipazione di:

-    Valeria Mancinelli Sindaco Comune di Ancona
-    Emma Capogrossi Assessora Pari Opportunità, Servizi Sociali e Igiene e Sanità Comune di Ancona
-    Loredana Pistelli Capogruppo Maggioranza Comune di Ancona
-    Susanna Contucci Dirigente medico SOD Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza Az. O.U. Ospedali Riuniti Ancona
-    Daniela Silvestrelli Dirigente Responsabile U.O.A.C. Ancona ed E.I.A. Asur Zt.7
-    Myriam Fugaro Presidente Ass.ne Donne Giustizia - Centro Antiviolenza
-    Simona Cardinaletti Responsabile Casa Rifugio Coop. Sociale “La Gemma”
-    Pina Ferraro Consigliera Di Parità Provincia di Ancona
-    Vilma Bontempo Segretaria Generale Camera del Lavoro - CGIL
-    Cristiana Ilari Resp. Coordinamento Donne - CISL
-    Rappresentanti della Procura Generale della Repubblica  - Tribunale di Ancona e della Questura di Ancona

Il pomeriggio, a partire dalle 18.00 in Piazza Roma, un suggestivo evento di sensibilizzazione per coinvolgere emotivamente i cittadini sul tema della violenza sulle donne. Un evento coinvolgente dove la voce è protagonista per coinvolgere spettatori e passanti in un mondo fatto di urla, minacce e botte che le donne vittime di violenza - e spesso i loro bambini – vivono quotidianamente. La violenza domestica per un giorno occupa le vie delle città, diventando qualcosa di pubblico, impossibile da ignorare.  
Aiutare le donne in difficoltà e farle sentire al sicuro è l’obiettivo della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Le parole non bastano più” di Intervita Onlus.

Un workshop per far conoscere il prezzo della violenza sulle donne. Non c’è solo il danno, fisico e psicologico, prodotto sulla figura femminile oggetto di violenza. Quest’ultima ha un grosso prezzo per tutta la collettività. La mancanza di importanti investimenti, in azioni di prevenzione e in attività di sostegno e cura verso le donne vittime di violenza, causa un enorme danno economico e sociale. Per far sì che questa non rimanga una dichiarazione di principio è necessario calcolare prima di tutto il valore di questo danno. Così è stata realizzata la prima indagine nazionale, promossa da Intervita Onlus che affronta questa sfida complessa. Una indagine la cui presentazione in tutta Italia, attraverso workshop, costituisce al tempo stesso strumento di sensibilizzazione ma anche stimolo affinchè si lavori su una prevenzione concreta della violenza contro le donne. Anche Ancona ospiterà il 25 febbraio prossimo, dalle ore 9.00 alle 14.00 nella sala ex consiglio comunale a Palazzo del Popolo, il workshop dal tema “Quali investimenti per le strategie di contrasto alla violenza sulle donne?” con l’intervento di numerose personalità locali che avranno modo di raccontare la situazione in Ancona e nelle Marche.

L'INDAGINE: QUANTO COSTA IL SILENZIO

Allegati

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La discoteca era un magazzino, documenti falsi per avere le licenze: indagata la Commissione

  • Cronaca

    Evade per rubare in enoteca: quinto colpo in 3 mesi, ladro seriale in manette

  • Cronaca

    Ladri acrobati svaligiano l'appartamento, risveglio amaro per i proprietari

  • Cronaca

    Allevamenti bio e agricoltura biologica, Fileni guarda oltre: in arrivo i nuovi stabilimenti

I più letti della settimana

  • Mangiare pesce ad Ancona, i migliori 10 ristoranti del 2019: la classifica

  • Stroncata da una malattia, muore a 19 anni

  • Dramma della solitudine: trovato senza vita in cucina, era morto da almeno 10 giorni

  • Precipita dal terrazzo, un volo di 3 metri: imprenditore ricoverato all'ospedale

  • Mangiare carne ad Ancona, la classifica dei migliori 5 steakhouse del 2019

  • Precipita dal balcone sotto gli occhi dei vicini, donna in gravissime condizioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento