Piazza Cavour: arriva Naturandia, il mondo degli insetti e rettili

Dalla tarantola al pitone albino. Dal drago barbuto al famigerato pesce piranha. Sono solo alcuni degli animali esposti in piazza Cavour, in occasione della mostra dal titolo Natrurandia, dedicata ai rettili

Ad Ancona è arrivata Naturandia. La mostra di rettili di Bruno Meggiolaro che, oltre ad essere stato Guinnes World Record 2010 per aver tenuto in bocca la sua tarantola per 1 minuto e 27 secondi, è anche un grande appassionato e studioso del regno animale dei rettili e anfibi. Al punto da aver creato una mostra itinerante con tutti i suoi animali. Un evento che, fino al 25 Giugno, avrà le tende in piazza Cavour e riceverà visitatori dalle 17:00 alle 21:00 nei giorni feriali, e dalle 11:00 alle 20:00 il sabato e la domenica.

Con soli 5 euro, di cui 2 verranno devoluti ad un'associazione per la difesa dei rettili. Tanti gli animali che si potranno trovare nella mostra. Tra questi l'iguana, i paguri giganti, piranha, tarantole, il falso corallo (un innocuo serpente che assume le sembianze del corallo proprio per difendersi da esso), l'anaconda, pitoni, e le lumache giganti del Nord America.

Ma anche animali più rari e meno conosciuti come il Drago Barbuto. Il Gerrosauro Major. Il rospo delle Canne, un animale capace di emettere delle secrezioni tossiche al punto da poter uccidere un coccodrillo. Un pitone albino e l'Axlotl Mexicanum, un animale capace di fare una metamorfosi, utilizzando sia branchie che polmoni e unico in natura capace di rigenerare i propri tessuti lacerati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma una vera e propria novità dedicata ad una parte del mondo animale che poco ha a che vedere con i nostri cani o gatti di casa. Ma perchè una mostra di rettili? “Perchè i rettili sono la mia passione e questo mondo mi ha sempre affascinato. Vorrei che la gente perdesse i pregiudizi sui rettili, come quando si pensa che fanno schifo o sono pericolosi” ha detto Meggiolaro. Lui che ha tenuto anche a precisare che non sono animali sacrificati nella sua mostra perchè “i rettili, essendo a sangue freddo, devono cercare di stare più tempo possibile rannicchiati su se stessi”. Insomma un evento alla scoperta del mondo animale, quel mondo che meno conosciamo e che per certi veri respingiamo per falsi miti e idee sbagliate. Farci conoscere un po' di più i rettili e le loro doti naturali. Questo l'obiettivo di Meggiolaro che da piccolo, ha raccontato, mentre i suoi amici giocavano ai campetti di quartiere, lui si appassionava ai rettili allevando serpenti e facendoli accoppiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare, mamma e papà ricoverati: bimbo di 5 anni resta completamente solo

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Contagi nelle Marche, trend in aumento: ad Ascoli si fanno più tamponi

  • Il Coronavirus blocca anche il paradiso: Italo, il "survivor" solitario che vive di pesca e cocco

  • Una passeggiata da 400 euro, primo pedone "fuori quartiere" multato dalla polizia

  • Il rubinetto diventa flussimetro per respiratori, l'invenzione dei cardiologi in un tutorial

Torna su
AnconaToday è in caricamento