Giorno della memoria, l'Anci Marche ricorda il viaggio a Cracovia

In occasione del Giorno della Memoria, Anci Marche ricorda il pellegrinaggio a Cracovia compiuto per i 70 anni della Battaglia di Ancona

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

In occasione del Giorno della Memoria istituito in Italia per ricordare la Shoah il 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Anci Marche ricorda il pellegrinaggio a Cracovia compiuto nell'ottobre 2014 nel corso delle celebrazioni per i 70 anni della Battaglia di Ancona. I "Lancieri dei Carpazi", infatti, inquadrati nel II corpo di armata polacco del generale Andersen, contribuirono alla liberazione delle Marche dall'oppressione nazi-fascista avvenuta nel luglio del 1944. La delegazione di sindaci marchigiani guidati dal presidente Maurizio Mangialardi e dal direttore Marcello Bedeschi, poco più di un anno fa, si è recata a Cracovia per incontrare il sindaco della città e poi a visitare il mausoleo dedicato ai caduti italiani dei campi di concentramento nazisti di Auschwitz.

«In occasione di questa Giorno della Memoria che consideriamo un momento di alto valore per ricordare le vittime di tutte le oppressioni, in particolare quella nazifascista - ha detto Maurizio Mangialardi, Presidente di Anci Marche - rinnoviamo i sentimenti di gratitudine nei confronti di quegli eroici combattenti i cui ultimi rappresentanti abbiamo potuto incontrare nel corso del viaggio in Polonia, di amicizia per il popolo polacco al quale ci lega il ricordo di quei tragici momenti e la convinta condanna di ogni tirannia e di ogni totalitarismo».

Torna su
AnconaToday è in caricamento