Closing party con due super live al Mamamia

Domenica 30 aprile tornano i grandi live al Mamamia: sul palco saliranno i Management del Dolore Post Operatorio e La Rappresentate di lista.

Management del Dolore Post Operatorio è il gruppo post punk italiano più acclamato di sempre. Dall’Abruzzo, il cantautore Luca Romagnoli ha lanciato nel 2006 questo progetto che ha fatto subito drizzare le orecchie ai piani alti della scena indipendente italiana. Il perché di questo nome così particolare? Più semplice di quanto si possa pensare: la band è nata tra i corridoi dell’ospedale dove i membri della band erano ricoverati dopo un incidente automobilistico. Cinque album pubblicati e anche in questo caso l’ultimo uscito poche settimane fa. La band ora si è “sgrezzata” un po’ restando però fedele ai suoi valori altamente alternativi e anticonformisti. L’energia non muta, quindi, e al Mamamia sarà sprigionata senza freni.
BIOGRAFIA. Management Del Dolore Post-Operatorio, guidato dal duo abruzzese Romagnoli/Di Nardo, esordisce ufficialmente nel 2012 con l’album “Auff!!" (per Martelabel), la cui produzione artistica è affidata alle mani di Max ‘Stirner' Fusaroli. Senza prendere fiato calcano centinaia di palchi in Italia e oltre frontiera, comparendo come guest al Popkomm di Berlino e lo Sziget Festival di Budapest, fino ad arrivare al Concertone del Primo Maggio di Roma nel 2013, dove vengono censurati e denunciati per la loro esibizione. Nel 2014 esce “McMao" (per Martelabel/ColorSound Indie - Alternative Produzioni/Universal). Anche questo disco si avvale della produzione artistica di Manuele Fusaroli, nonché dell'opera omonima di Giuseppe Veneziano per la copertina. Per il tour 2013 e il secondo album ufficiale del 2014 ricevono dal M.E.I. rispettivamente il premio come 'Miglior Band Live' e 'Miglior Indie Band Italiana’. Dal 2015 il gruppo è entrato ne La Tempesta Dischi e con la produzione artistica di Giulio ‘Ragno’ Favero (Teatro degli Orrori) realizza l’album "I Love You”.
 
Ma non è tutto perché quella del 30 aprile sarà una doppia data da brividi. Sul palco anche La Rappresentante di Lista. La band nata nel 2011 dall’incontro tra Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina ha stregato subito tantissimi fan grazie soprattutto al primo album “Per la via di casa” con collaborazioni importanti, disco che gli ha permesso di girare il Paese con centinaia di concerti tutti apprezzatissimi. La loro musica non è attribuibile a un unico nome, non la si può affidare a un unico genere. È queer: stramba, oltre il genere, trasversale.
La Rappresentante di Lista torna con il suo primo album live registrato durante il tour di Bu Bu Sad, ultima release in studio data alle stampe nel dicembre del 2015 per Garrincha Dischi. Un concerto fatto di musica e teatro che ha riempito le sale dello stivale e che li ha consacrati come una delle band rivelazione dell'ultima stagione. Dal 7 marzo le tracce di questo lungo percorso diventano un disco. Sul palco ieri come oggi una delle voci più potenti della scena italiana, quella di Veronica Lucchesi, accompagnata da Dario Mangiaracina (attore, polistrumentista e membro fondatore insieme a Veronica), Enrico Lupi (tromba e synth), Marta Cannuscio (fisarmonicista prestata alle percussioni) ed Erika Gold (corista con in tasca la pietra filosofale). "Scrivere canzoni è un atto privato. Un momento di disgraziata confessione. Quando siamo soli riveliamo noi stessi, dichiariamo le nostre bestialità. Poi il fiume in piena fissa i suoi argini. Incidere un disco è come morire beati. Le canzoni saranno per sempre incastrate in quel corpo. Ma la loro anima vola e canta. Cantare è un atto pubblico. Un atto salvifico per chi dice e per chi ascolta. È in quell'atto che ci si assume la responsabilità di realizzare un'azione concreta, in grado di scardinare gli appigli di un disco inciso e finito ed esaurito che si ripete sempre uguale all'ascolto. Suonare sul palco è un rito. Un mezzo per trasformare in un incontro vivo ciò che è scritto. Incontrare occhi, parole, significati, ha dato nuova vita a Bu bu sad. Un disco che è stato per noi veggente, per altri chiarificatore, nuovo ogni sera, in ogni luogo. Abbiamo deciso di incidere un disco live perché le canzoni hanno preso nuova vita: crescono, muoiono e rivivono. Dove sbagliamo, respiriamo senza tempo, danziamo."
 
BIOGRAFIA. Nel 2013 la Rappresentante di lista vince Arezzo Wave Sicilia ed è "fiore all'occhiello" del premio nazionale. È del 2014 invece la candidatura alle targhe Tenco - miglior disco d’esordio - e la partecipazione alle finali del festival Musicultura. Nel marzo 2014 esce il loro primo album (Per la) via di casa per l’etichetta bolognese Garrincha dischi. Il disco, prodotto con Roberto Cammarata (Waines, Omosumo), vede al suo interno diverse collaborazioni: Banda alle Ciance, Simona Norato, Antonio Di Martino, Serena Ganci (Iotatòla), Angelo Di Mino. (Per la) via di casa (ora in ristampa) gira l'Italia con centinaia di concerti in teatri, club, appartamenti, terrazze, cortili, automobili e strade, tra queste il Ferrara Buskers dell'agosto 2014. Nel giugno 2015 esce Invisibilmente, primo 45 giri estratto dal nuovo disco, in uscita sempre per Garrincha dischi. A settembre Veronica è nominata miglior voce femminile della scena indie dal MEI - Meeting delle Etichette Indipendenti. Nel 2015 LRDL è tra i 60 finalisti di Sanremo Giovani con il singolo "Apriti Cielo!". A Dicembre dello stesso anno esce Bu Bu Sad (candidato alle "Targhe Tenco" come miglior disco dell'anno). Ospiti di diverse trasmissioni radio (Zazà su Radio Rai Tre, Casa Bertallot, Minisonica su Radio Popolare) con il secondo disco (recensito da riviste e webzine specializzate - Rumore, Buscadero, Internazionale, Rockit...) Veronica e Dario aka La Rappresentante di Lista raggiungono un buon riscontro dalla critica e un ottimo successo di pubblico. Dalla primavera del 2015 si uniscono alla band Enrico Lupi (tromba, pianoforte e synth) e Marta Cannuscio (batteria e voce), rispettivamente provenienti da Urbino e Palermo. LRDL vince il premio della rete dei Festival / Musica da Bere all'interno della Festa della Musica di Brescia e il PAE (Premio Autore Emergente) ed è considerata tra le migliori band nell'esibizione dal vivo dal circuito Keep On.
 
Dopo i live si continua ovviamente a ballare: Afroremember All Stars con i djs Fabrizio Fattori, Ebreo, Giamma, Gianca, Alpha. Reggae e dancehall con Tium e Menca. Rock ed elettronica con Simone Xsky, Andrea Bartoccini, Andrea Mercurio. Trash e commerciale con La Regina.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Fiorella Mannoia in concerto: il "Personale tour" tocca le Muse

    • 20 dicembre 2019
    • Teatro delle Muse
  • Concerto di Natale in cattedrale: tripudio di voci per San Ciriaco

    • Gratis
    • 14 dicembre 2019
    • Duomo di San Ciriaco
  • The Golden Voices of Gospel: torna il concerto gospel di Natale

    • 22 dicembre 2019
    • Teatro delle Muse

I più visti

  • Fiorella Mannoia in concerto: il "Personale tour" tocca le Muse

    • 20 dicembre 2019
    • Teatro delle Muse
  • Natale a Staffolo: i bimbi possono visitare le case del Grinch e di Babbo Natale

    • Gratis
    • dal 14 al 15 dicembre 2019
    • centro storico
  • Concerto di Natale in cattedrale: tripudio di voci per San Ciriaco

    • Gratis
    • 14 dicembre 2019
    • Duomo di San Ciriaco
  • AdventureRooms Ancona cambia gestione e propone 3 nuove Adventure: Mafia, La Regina Nera e Disco '90 Pacman World

    • dal 30 novembre al 31 dicembre 2019
    • AdventureRooms
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    AnconaToday è in caricamento