"Porto Antico di Ancona", riapertura con De Sio e la compagnia dei folli

Nella scenografia naturale del Mare Adriatico e nelle suggestioni di acqua e luna, che hanno ispirato storie e poeti, riaprirà il 26 luglio, il Porto Antico di Ancona

Teresa De Sio

Ancona 11 luglio 2015 – Nella scenografia naturale del Mare Adriatico e nelle suggestioni di acqua e luna, che hanno ispirato storie e poeti, riaprirà il 26 luglio, il Porto Antico di Ancona.

Il Porto è da sempre culla e scambio tra i popoli, cuore pulsante delle città; il simbolo di una storia, oggetto di cultura e ispirazione di poeti e scrittori. Per questo la serata-evento dell’inaugurazione, che vedrà la passeggiata del Molo Clementino - che affianca e prosegue l’Arco di Traiano - protagonista e palcoscenico delle esibizioni, ruoterà attorno alla contaminazione culturale, trasferendo sulla scena spettacoli di diversa natura artistica ma ognuno in qualche modo legato a doppio filo con le Marche.

La giornata inizierà alle ore 18 con attività ludiche e laboratoriali, yoga della risata e molto altro, dedicati ai bambini.

Alle ore 19.45, si proseguirà con uno spettacolo di avvicinamento per il pubblico attraverso la “Mabò band” ovvero, una delle più importanti street band di intrattenimento musical-comico italiane. La Mabò band è una realtà marchigiana ma frequentatrice di platee televisive (Rai e Mediaset) e richiestissima all’estero. Al Porto di Ancona arriverà in formazione di trio, e, come degli autentici pifferai magici, i tre artisti accompagneranno e coinvolgeranno il pubblico all’ingresso del Porto fino a condurli nel bel mezzo della festa e lungo la banchina, passando per l’Arco di Traiano, arrivando al Molo Clementino palcoscenico della successiva esibizione.

In linea con la nuova atmosfera del Porto di Ancona, della sua apertura e cambiamento, sarà il concerto di Teresa De Sio (alle ore 22 circa). La Brigantessa infatti, approderà nel capoluogo dorico con il suo nuovo spettacolo folk dal titolo Tutto cambia, pronto a scaldare la serata a suon di note. Uno straordinario spettacolo in quintetto elettro/acustico che dallo scorso anno sta raccogliendo grandi successi di pubblico e di critica sia in Italia che all’estero (Italia, Francia, Germania, Malta, Irlanda, Estremo Oriente).

Teresa De Sio è l’ospite scelto assieme al Musicultura - Festival della canzone popolare e d’autore, per ridare vivacità e tradizione al Porto. Musicultura Festival è un’altra eccellenza marchigiana, ed è anche uno dei pochissimi Concorsi per giovani cantautori emergenti riconosciuto a livello nazionale e, per questo, in linea con l’idea di coinvolgimento trasversale della popolazione e con quella di creare occasioni e attrazioni per i ragazzi. Per questo, ad aprire il concerto della Brigantessa, sarà proprio il vincitore assoluto dell’ultima edizione del Musicultura Festival, Gianmarco Dottori (alle 21.30 circa).

A chiudere l’intensa serata, sarà l’avvolgente potere dell’energia e del “fuoco”. La Compagnia dei Folli, anch’essi marchigiani, porteranno in scena tutto il teatro d’immagine tra trampolieri, fuoco, danzatori e musica. Essendo un teatro di pura immagine è adatto ad un pubblico di ogni età e di carattere internazionale.

La serata, a ingresso gratuito, è organizzata dall’Autorità Portuale in collaborazione con Regione Marche, Comune di Ancona e Camera di Commercio di Ancona. Determinante il contributo di una serie di sponsor che saranno presentati ufficialmente nei prossimi giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Prima esibizione dopo la strage di Corinaldo, Malika Ayane: «Non è facile per me»

  • Cronaca

    Ragazzi fuori dal coma, medici ottimisti: «Non si prospettano danni cerebrali»

  • Cronaca

    Strage in discoteca, Fedez polemico: «Sfera non doveva andare in quel posto»

  • Cronaca

    Paga l'escort dopo il sesso, poi la rapina e si riprende la somma pagata

I più letti della settimana

  • Terrore in discoteca, spray al peperoncino e si scatena il caos: ci sono dei morti

  • Vite schiacciate, ecco le le storie delle vittime

  • In fuga dalla discoteca del terrore, ipotesi cedimento balaustre: 6 morti e 10 feriti gravi

  • Strage in discoteca, i nomi delle vittime: la più piccola aveva solo 14 anni

  • La conferma che risolve il dubbio: «Sfera Ebbasta stava arrivando a Corinaldo»

  • Terrore in discoteca, i sopravvissuti: «Devastazione come in guerra, un orrore che non dimenticherò»

Torna su
AnconaToday è in caricamento