Confindustria: “Un anno di pausa dalla burocrazia”

È la proposta-provocazione di Paolo Andreani, il presidente di Confindustria Marche, per ridare slancio all'economia marchigiana

Paolo Andreani

Un anno di “pausa” dalla burocrazia per risollevare il Pil e l'economia delle Marche: questa è la provocatoria richiesta avanzata oggi dal presidente di Confindustria Marche Paolo Andreani.
Secondo le previsioni, ha spiegato, la ripresa economica dell'area euro si è arrestata, col rischio di una nuova recessione.

Nelle Marche, che mostrano un andamento tendenzialmente inferiore alla media italiana, si prevede una crescita del Pil dello 0,4% nel 2011, che scende a zero nel 2012, e cresce fino allo 0,6% nel 2013.
Da qui la richiesta alla classe politica di concedere un “anno sabbatico” liberi dai lacci e lacciuoli delle incombenze burocratiche, uno dei principali motivi che inducono gli operatori economici a non investire in Italia.
 

Fonte: ANSA

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Stroncato da un infarto sul traghetto per la Grecia: camionista muore a 57 anni

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

  • Va in overdose dietro la chiesa

Torna su
AnconaToday è in caricamento