Lavoratori marchigiani sempre più precari, record negativo per la nostra Regione

La maggior parte dei neo assunti ha un contratto a termine (76,8%), il 17% è stato assunto con un contratto a tempo indeterminato e solo il 6,2% come apprendista

Nei primi sette mesi del 2016 nelle Marche crollano le assunzioni a tempo indeterminato: le aziende marchigiane hanno assunto 79mila persone,il 10,7% in meno rispetto allo stesso periodo 2015. Un record vero e proprio per i lavoratori marchigiani, sempre più precari.

La maggior parte dei neo assunti ha un contratto a termine (76,8%), il 17% è stato assunto con un contratto a tempo indeterminato e solo il 6,2% come apprendista. Le trasformazioni di contratti di apprendistato in contratti a tempo indeterminato sono state 1.888 con un incremento del 4% rispetto al 2015. Le trasformazioni dei tempi determinati in contratti stabili ammontano a 4.748, il 40% in meno rispetto ai primi sette mesi del 2015. Le cessazioni di lavoro sono state 62mila con la creazione di un saldo positivo “assunzioni – cessazioni”  (pari a 17mila posti di lavoro) ma solo in termini complessivi: il saldo tra assunzioni e cessazioni per i contratti a tempo indeterminato continua ad essere negativo (-6.661).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rispetto ai valori medi osservati per il centro Italia e per il Paese nella sua totalità, la situazione delle Marche è peculiare. Osserva, infatti, Novella Lodolini, responsabile regionale Ires Cgil: «Le assunzioni a tempo indeterminato si riducono ovunque ma nelle Marche la contrazione è più marcata rispetto alla media italiana (-42,5% contro -33,7%)». Non solo. Secondo Lodolini, «le assunzioni a tempo indeterminato nelle Marche costituiscono una percentuale più bassa delle assunzioni totali rispetto all’incidenza rilevata nel centro Italia e in totale nel Paese (17,3% contro 22,9% e 24,63%)». Infine, «le assunzioni a tempo determinato nelle Marche sono il 76,8% del totale delle assunzioni contro il 72,3% del Centro Italia ed il 71% come media nazionale». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Parcheggia lo scooter e si lancia sotto il treno: tragedia sui binari

  • Choc in spiaggia, prende a pugni una donna e scappa: nella fuga perde i documenti

  • Crisi respiratoria, portata all'ospedale in elicottero: ragazza in gravissime condizioni

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

  • Porta a spasso il cane e si accascia, inutile la rianimazione: muore in strada

Torna su
AnconaToday è in caricamento