Confartigianato Marche, Mazzarella nuovo presidente: «Piccola impresa tiene in piedi l'Italia»

Il neopresidente ha partecipato ad un summit all’auditorium della Confartigianato incontrando, tra gli altri, alcuni rappresentanti della Camera dei Deputati

Il presidente di Confartigianato Marche Giuseppe Mazzarella

Giuseppe Mazzarella, imprenditore titolare del calzaturificio “Alex by Mercury” di Potenza Picena, è il nuovo Presidente di Confartigianato Marche e succede a Valdimiro Belvederesi. Insieme al nuovo presidente è stata eletta anche la nuova giunta di Confartigianato Marche, che è composta da Paolo Longhi (Vicepresidente), Graziano Sabbatini, David Mugianesi, Sauro Vignoni, Bruno Ricciardelli, Enzo Leonori, Enzo Mengoni, Moira Amaranti, Natascia Troli, Graziano Di Battista.

«Siamo la parte più importante del Paese»

«Sono onorato dell’incarico che mi è stato affidato e che mi propongo di svolgere con il massimo dell’impegno e della passione, in un gioco di squadra» ha detto Mazzarella prima di ricordare il valore delle piccole imprese per l’economia marchigiana: «Riteniamo, senza alcun dubbio, di rappresentare la parte più importante del Paese: le nostre imprese pagano imposte e tasse, garantiscono l’occupazione, favoriscono il sostegno del sistema territorio-società civile, tengono in piedi l’Italia per davvero e non delocalizzano». Numerosi gli incarichi politico-sindacali che da sedici anni Giuseppe Mazzarella svolge nell’ambito della Confederazione: delegato di Confartigianato Nazionale per l’internazionalizzazione, mercati e sistema fiere, fa parte del Comitato di Presidenza Nazionale ed è inoltre membro del Consiglio di amministrazione di Ice Agenzia.

L’appello al Governo

Mazzarella ha partecipato al summit “Imprese, Economia: proposta per il Paese”, che si è svolto ad Ancona presso l’auditorium della Confartigianato e coordinato dal segretario di Confartigianato Marche dott. Giorgio Cippitelli. Presenti anche il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il Presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti, Paolo Petrini (vicepresidente VI Commissione Finanze della Camera dei Deputati), Piergiorgio Carrescia (Commissione Ambiente, Territorio, Lavori Pubblici della Camera dei Deputati) e il professore ordinario di Storia Economica dell’Università degli studi di Milano, Giulio Sapelli. «A settembre, tra qualche mese cioè, sono ben 10 anni dallo scoppio di una delle più significative recessioni che la storia abbia conosciuto e l’Italia ne sta uscendo peggio degli altri Paesi- ha ribadito il neopresidente regionale di Confartigianato- nonostante questo, siamo ancora il secondo Paese manifatturiero europeo, non dimentichiamo che le Marche sono al 9° posto tra le regioni appartenenti ai 28 Paesi dell’Unione Europa con popolazione superiore a 1,5 milioni per peso dell’occupazione manifatturiera sul totale dell’occupazione. Vogliamo essere parte attiva nella realizzazione di un progetto e di un piano pluriennale, consapevoli di tutti i vincoli e le situazioni contingenti -ha concluso Mazzarella- che parta necessariamente dalle caratteristiche e dalle criticità del nostro territorio e che vogliamo, per il tramite del nostro Presidente Confederale e insieme alla Regione, presentare al nuovo Governo ed al nuovo Parlamento al fine di condividere e mostrare la nostra visione su come far ripartire la competitività, rilanciare lo sviluppo, senza false promesse, populismi e proclami»

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Prima esibizione dopo la strage di Corinaldo, Malika Ayane: «Non è facile per me»

  • Cronaca

    Ragazzi fuori dal coma, medici ottimisti: «Non si prospettano danni cerebrali»

  • Cronaca

    Strage in discoteca, Fedez polemico: «Sfera non doveva andare in quel posto»

  • Cronaca

    Paga l'escort dopo il sesso, poi la rapina e si riprende la somma pagata

I più letti della settimana

  • Terrore in discoteca, spray al peperoncino e si scatena il caos: ci sono dei morti

  • Vite schiacciate, ecco le le storie delle vittime

  • In fuga dalla discoteca del terrore, ipotesi cedimento balaustre: 6 morti e 10 feriti gravi

  • Strage in discoteca, i nomi delle vittime: la più piccola aveva solo 14 anni

  • La conferma che risolve il dubbio: «Sfera Ebbasta stava arrivando a Corinaldo»

  • Terrore in discoteca, i sopravvissuti: «Devastazione come in guerra, un orrore che non dimenticherò»

Torna su
AnconaToday è in caricamento