Un lavoratore marchigiano su 5 soffre di disturbi del sistema nervoso

Lo dice il report sul Mercato del Lavoro 2018 stilato da Ministero del Lavoro, Istat, Inps, Inail e Anpal

Il 22% dei lavoratori marchigiani soffre di disturbi del sistema nervoso. Lo afferma il report sul Mercato del Lavoro redatto da Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Istat, Inps, Inail e Anpal e pubblicato nei giorni scorsi. Una malattia professionale riconosciuta che vede la nostra regione dietro solo ad Abruzzo (26%) e Provincia autonoma di Bolzano (23%). Il dato e sopra l'incidenza media nazionale che è del 15%. 

In generale le malattie professionali riconosciute, secondo il report, sono determinate "per il 32,9% dal lavoro ripetitivo cadenzato da movimenti irregolari e ripetuti nel tempo, il 17,2% da vibrazioni, metà delle quali da rumore, e il 16,8% dal sollevamento di un carico, in linea con le analisi per patologia che individuano tra le più diffuse quelle da sovraccarico biomeccanico. Non trascurabile, inoltre, la professione svolta che nel 60% dei casi afferisce il gruppo degli artigiani, operai specializzati e agricoltori, in particolare in ambito edile ed estrattivo e nell’agricoltura e allevamento di bestiame".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Stroncato da un infarto sul traghetto per la Grecia: camionista muore a 57 anni

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

  • Va in overdose dietro la chiesa

Torna su
AnconaToday è in caricamento