Imprese, incentivi per l'assunzione di giovani estese a tutto il 2019

Nelle Marche sono 41 mila, il 19,0% di coloro che hanno tra i 15 e i 29 anni

Buone notizie per le imprese:  estesi a tutto il 2019 gli incentivi per l’assunzione di neet  i giovani (tra i 15 e i 29 anni) che non lavorano e non frequentano alcun corso d'istruzione o formazione.

Un decreto direttoriale dell’ANPAL ( Agenzia Nazionale Politiche  Attive del Lavoro) ha prorogato a tutto il 2019 i termini per usufruire dell’incentivo Occupazione Neet, riservato alle assunzioni a tempo indeterminato o con apprendistato professionale di giovani che hanno aderito al programma Garanzia giovani e che hanno tra i 15 e i 29 anni di età. Oltre ad estendere la durate dell’incentivo, il decreto ha aumentato la dotazione finanziaria del progetto, con 160 milioni di euro a disposizione delle imprese.

Valutiamo positivamente – osserva Marco Pantaleoni, Responsabile Area Lavoro di Confartigianato Marche – tale provvedimento. Sulla base degli ultimi dati disponibili, nelle Marche i Neet, i giovani tra i 15 e i 29 anni che non lavorano e non frequentano alcun corso d'istruzione o formazione sono il 19,0% della corrispondente popolazione di riferimento, sintesi di una quota del 21,7% per le femmine e del 16,4% per i maschi. Al confronto con la media nazionale (24,1%), il dato complessivo della nostra regione è più basso di 5,1 punti percentuali: il gap sale a 5,9 punti percentuali per la componente maschile, mentre si attesta a 4,3 punti percentuali per quella femminile. Nonostante, come evidenziato, le quote nelle Marche sono inferiori alla media nazionale, in 10 anni – riprende Pantaleoni - l’incidenza dei Neet sulla corrispondente popolazione è salita nella nostra regione di ben 5,7 punti percentuali a fronte di una crescita in Italia di 4,9 punti.

Infine, teniamo in considerazione che il tasso di occupazione della popolazione che ha tra i 15 e i 29 di età nelle Marche si attesta al 34,5%, valore più alto della media nazionale (30,3%), ma inferiore a quello di 10 anni fa di 10,4 punti percentuali, mentre in Italia il gap è leggermente più contenuto e pari a 8,8 punti percentuali.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Enrico, amore e rabbia: «Mia moglie ha la sclerosi ma il mostro è la burocrazia»

  • Incidenti stradali

    Perde il controllo dell'auto e finisce contro un palo, anziano in ospedale

  • Cronaca

    Spaccio in piazza, sorpresa di Pasqua nell’automobile: i carabinieri trovano la droga

  • life

    Educazione ambientale rivolto alle scuole

I più letti della settimana

  • Gigantesco incendio divora l'azienda, nube alta decine di metri

  • Esce da casa e svanisce nel nulla, ritrovato morto nella notte

  • Prima il morso dell'animale, poi è stato il caos in A14: conducente investito e cane travolto

  • Tontarelli, milioni di euro in fumo: serie di sequestri per arrivare alla verità

  • Accerchiata e presa a manganellate, rapina in pieno centro

  • Incidente in A14, conducente ferito trasportato in eliambulanza: muore un cane

Torna su
AnconaToday è in caricamento