Gramillano: “Muse in garanzia alla banca”, esplode la polemica

L'ipotesi, lanciata dal sindaco Gramillano, ha subito dato il via a polemiche infuocate: conferire in proprietà alla futura Fondazione dei teatri l'edificio del Teatro delle Muse. Zinni: "Esterrefatto"

Nella foto: il Teatro delle Muse

L’ipotesi, lanciata dal sindaco di Ancona Fiorello Gramillano, ha subito dato il via a polemiche infuocate: conferire in proprietà alla futura Fondazione dei teatri (Muse + Stabile) l’edificio del Teatro delle Muse. Il Comune – spiega il Corriere Adriatico – recederebbe dalla fideiussione a garanzia dei finanziamenti concessi allo Stabile da Banca Marche (in debito di 2,6 milioni di euro) e passerebbe la proprietà delle mura di Muse e Stabile alla Fondazione, così la banca sostituirebbe la fideiussione con l’ipoteca sugli immobili.

La questione sarà affrontata domani dalla coalizione di governo, ma le reazioni e i distinguo non si sono fatti attendere. A cominciare dal capogruppo democratico Simone Pelosi, che precisa: “Una cosa un po’ forte, meglio confrontarsi prima in maggioranza”. Molto più netto invece Giovanni Zinni (Pdl): “Sono esterrefatto. Il Teatro delle muse è stato costruito con i soldi pubblici ed è di proprietà del Comune, Ente Pubblico Locale che rappresenta i cittadini. Le Fondazioni sono contenitori artistici che promuovono delle pregevoli attività, ma non rappresentano niente e nessuno che non sia il loro dignitoso lavoro di prosa e di lirica. Trovo indecente ipotizzare un danno erariale al bilancio comunale regalando un immobile ad un'associazione privata addirittura come garanzia ipotecaria per dei mutui a scopo culturale.”
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

  • «Aiuto, lasciami, non mi toccare», le ultime parole di Fiorella prima del colpo mortale

  • «Ci ha aggredito nel sonno, mi ha picchiato e poi mi ha colpito più volte con un vetro»

Torna su
AnconaToday è in caricamento