Vertenza Terninox, confermata la chiusura: «Nessun spiraglio per i lavoratori»

Nulla di fatto al quarto incontro con Terninox, controllata della multinazionale dell'acciaio tedesca Tyssengroup. Questo quanto affermano i sindacati

 «Confermata la chiusura del sito Jesino e nessuno spiraglio per la salvaguardia dei posti di lavoro, nonostante un imprenditore locale si sia manifestato all'interno dell'azienda parlando direttamente con i lavoratori e tentando di dissuaderli dal continuare con gli scioperi in quanto lo stesso si farebbe fatto garante della continuità lavorativa al termine della procedura di cessazione attività e di licenziamento collettivo». Così i sindacati (FIORM-CGIL, FIM-CISL) dopo il quarto incontro con Terninox, la controllata della multinazionale dell'acciaio tedesca Tyssengroup.

«Tutto questo però smentito categoricamente dalla Terninox, che si è ripresentata al tavolo con proposte irricevibili. Alla luce di tutto questo si conferma lo stato di agitazione. Le parti si sono date appuntamento per mercoledì 22 ,se a quella data non si troverà un accordo  la vertenza si sposterà in regione».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si annoda una corda al collo e si lascia andare: vigile del fuoco trovato morto in casa

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • Agguato sotto casa, accerchiato e aggredito da due uomini: uno era incappucciato

  • E' morto Renzo Castellani: era il compagno della consigliera 5 Stelle Romina Pergolesi

Torna su
AnconaToday è in caricamento