Metrologia forense e analisi di immagini, Polizia Scientifica e Università insieme

Al centro della collaborazione fotosegnalamento: 2.0, dattiloscopia 2.0, analisi comportamentale da video e implementazione e miglioramento del rilevamento 3D della scena del crimine

Presentato il protocollo d’intesa firmato dal Capo della Polizia Franco Gabrielli con l'Univpm. La collaborazione tra il Ministero dell’Interno-Dipartimento della Pubblica Sicurezza-Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato-Gabinetto interregionale Polizia Scientifica Marche Abruzzo e l’Università Politecnica delle Marche ha come finalità lo svolgimento di progetti di ricerca riguardanti applicazioni di metrologia forense e analisi di immagini.

Sono intervenuti Sauro Longhi, Rettore dell'Univpm, Massimiliano Olivieri Vice Questore e Direttore del Gabinetto Interregionale Polizia Scientifica Marche Abruzzo. A dare i dettagli del progetto la prof.ssa Milena Martarelli, Direttore del Centro di Ricerca CARMELO della Facoltà di Ingegneria, il prof. Enrico Primo Tomasini, Fondatore del Centro e il prof. Aldo Franco Dragoni Docente di Sistemi di elaborazione delle informazioni. Nello specifico, sono stati individuati i seguenti ambiti di ricerca a cui le due istituzioni sono interessate: fotosegnalamento 2.0, dattiloscopia 2.0, analisi comportamentale da video e implementazione e miglioramento del rilevamento 3D della scena del crimine.

La collaborazione vede il centro di ricerca CARMELO (Center for Advanced Research on Measurements for Engineering and Life Optimization) protagonista. Carmelo è un centro interdipartimentale focalizzato su temi della misura che provengono da diversi settori dell’ingegneria, della medicina, della conservazione del patrimonio culturale, delle scienze marine, delle scienze alimentari, delle scienze geologiche e geotecniche e delle scienze agricole e forestali. L’idea di dar vita a questo Centro interdipartimentale, per studiare gli aspetti metrologici di svariati campi non solo ingegneristici, è stata formulata dal Prof. Enrico Primo Tomasini, fondatore del centro. Il protocollo di intesa con la Polizia di Stato, Gabinetto Interregionale della Polizia Scientifica Marche Abruzzo nasce grazie alle diverse collaborazioni di ricerca da tempo avviate tra il Gabinetto e il Prof. Aldo Franco Dragoni, Professore di Sistemi di elaborazione delle informazioni, volte al miglioramento dell'acquisizione delle immagini in ambito di primo foto-segnalamento e di dattiloscopia.  

SCOPO DEL CENTRO CARMELO
Il nuovo centro interuniversitario consentirà agli aderenti di operare in modo sinergico e dinamico, permettendo così di rispondere in maniera pronta alle complesse esigenze misuristiche proprie dei più diversi settori dell’ingegneria nelle sue diverse branche, della medicina, della conservazione del patrimonio culturale, delle scienze marine, delle scienze alimentari, delle scienze geologiche e geotecniche e delle scienze agricole. CARMELO istituirà anche corsi di alta specializzazione finalizzati a fornire le competenze teoriche e applicative caratteristiche della Scienza delle Misure e delle prove, negli ambiti sopra indicati.  Grazie a questi corsi si avrà anche la possibilità di diffondere la cultura delle misure, con l’aiuto di aziende produttrici, così da favorire la crescita di persone competenti che possano promuovere nella futura attività lavorativa la diffusione sempre maggiore degli strumenti di misura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Esplosione al distributore di benzina, muore operaio anconetano: aveva 29 anni

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

  • Settimo cambio d'insegna per Auchan, anche a Senigallia arriva il Conad Superstore

Torna su
AnconaToday è in caricamento