La Politecnica delle Marche ospita la mobilità del futuro

Il Polo Monte Dago della Politecnica ha accolto il Mobility Engineering Day

ANCONA - Una giornata dedicata ai nuovi scenari della mobilità elettrica, che oltre a ricoprire un ruolo chiave nella riduzione dell’inquinamento atmosferico, contribuisce a rigenerare l’ambiente urbano e a migliorare la qualità della vita. Ad ospitarla, venerdì 10 maggio, il Polo Monte Dago dell’Università Politecnica delle Marche, dove si è tenuto il Mobility Engineering Day, evento con l’obiettivo di divulgare studi e pratiche virtuose in ambito di mobilità elettrica, favorendo l’incontro tra protagonisti di eccellenza dell’industria automobilistica, dei trasporti, delle infrastrutture e dell’energy management, con lo sguardo puntato al prossimo futuro. Un appuntamento, importante momento di confronto sulle prospettive della sostenibilità nei trasporti, inserito tra le anteprime dello “Your Future Festival”, quest’anno dedicato al futuro da immaginare.  

L’iniziativa, intitolata “Driving toward sustainability”,  è organizzata dall’Univpm, con l'Associazione Italiana di Elettrotecnica Elettronica Automazione Informatica e Telecomunicazioni (AEIT), Conerobus, l’Ordine Ingegneri di Ancona, in collaborazione con EV-Now e la rivista Autobus.Nell’ambito dell’evento, patrocinato dal Comune di Ancona e dalla Federazione Ingegneri Marche, si svolgerà anche la seconda tappa del Mobility Innovation Tour 2019: “una città cambia grazie al TPL” il cui focus sarà quello di far conoscere le opportunità fornite dall’Industria 4.0 al settore del trasporto pubblico per supportare una migrazione ad un modello di mobilità sostenibile.

Sauro Longhi Rettore Univpm: “oggi abbiamo presentato i tanti risultati che riguardano la mobilità del futuro, questo è un appuntamento che ben anticipa quelli della prossima settimana all’interno di Your Future festival dove parleremo del futuro da immaginare. L’università ha tra i suoi compiti, attraverso la sua terza missione, quello di valorizzare la ricerca. Lo dobbiamo fare attraverso chi può utilizzare i risultati della ricerca e quindi anche con le imprese e oggi è una delle tante giornata dedicate a favorire il trasferimento delle nostre conoscenze, delle nostre eccellenze nel campo produttivo e dei servizi e per la società tutta”.

“Questo evento ha per noi rappresentato un importante momento di confronto – ha affermato il presidente di Conerobus Muzio Papaveri – e ci ha dato l’opportunità di presentare i progetti realizzati e quelli in corso di realizzazione, attraverso i quali proseguiamo il nostro impegno in direzione di una mobilità innovativa e sostenibile. Tra i tanti progetti che stiamo mettendo a punto, ci piace sottolineare il piano di ampliamento e ammodernamento del parco filobus, mezzo di trasporto caratteristico del territorio nel quale operiamo e a basso impatto ambientale. L’azienda, inoltre, ha anche in programma di inserire nella flotta autobus elettrici, attivando un sistema sperimentale che, oltre all’acquisto dei mezzi, prevede la produzione e la fornitura dell’energia per alimentarli”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si annoda una corda al collo e si lascia andare: vigile del fuoco trovato morto in casa

  • Pizzeria a fuoco in piena notte, giallo sulle cause: chiusura forzata e danni ingenti

  • Nuovo caso di Dengue in città, scatta l'allerta: «Finestre chiuse e animali in casa»

  • E' morto Renzo Castellani: era il compagno della consigliera 5 Stelle Romina Pergolesi

  • Apre la nuova scuola di danza, Andreas e Veronica insegnanti d’eccezione

  • La mamma ritrova il suo portafoglio, dentro c'erano i documenti del figlio ricoverato al Salesi

Torna su
AnconaToday è in caricamento