Marina Dorica: "un giro per la vita" approda ad Ancona

Alfred Giacon e il suo equipaggio, con una barca a vela e una Porsche, stanno circumnavigando l'Italia per portare a 11 regioni marinare un messaggio ecologico preciso: cambiare stile di vita per preservare il pianeta

Un viaggio in barca a vela, la Sly 42 Fun, che costeggia tutta la penisola italiana da Trieste ad Andora (Sv), e un’automobile, la Porsche Panamera S Hybrid (prima vettura full hybrid tra le granturismo), che percorre quella stessa costa cavalcando le strade dei litorali. Una barca a vela che cavalca il mare con la forza del vento e una macchina che fino a 160 Km/h va a elettricità. Due modi di vivere la stessa avventura: uno che dalla terra guarda il mare e l’altro che dal mare guarda alla terra. Questo è il “Giro per la vita” che sta percorrendo Alfred Giacon, ambientalista scrittore e velista padovano, in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano, la Lega Navale Italiana e col contributo di Porsche Italia e Sly Marine.

Più di 1.500 miglia di coste italiane da percorrere promuovendo i valori e gli stili di vita che siano compatibili con la necessità di preservare l’ambiente del pianeta, al fine di consegnarlo pulito alle future generazioni. Questo è il messaggio che il giro per la vita, con i suoi due equipaggi, vuole trasmettere a tutto il territorio nazionale. Per fare questo sono previste 25 tappe ed ogni Comune e sezione locale della Lega Navale e Centro Sportivo durante la circumnavigazione d’Italia, dovranno richiamare pubblico per dialogare sui sei temi cardine di questa iniziativa: nuovi stili di vita, turismo intelligente, beni culturali, Mediterraneo, dieta mediterranea, letteratura di viaggio, sport pulito. Questa sarà anche l'occasione per una staffetta alimentare: per cui in ogni porto l’equipaggio donerà un cesto di prodotti tipici del territorio visitato precedentemente al sindaco ospitante, e questo consegnerà un cesto per il sindaco della tappa successiva.

Ieri sera i due equipaggi sono arrivati ad Ancona, a Marina Dorica. Questa mattina alla sede dell’Assonautica si è tenuta una cerimonia e una conferenza stampa durante la quale il cesto con i prodotti tipici del Comune di Rimini è stato consegnato alle istituzioni anconetane. Presenti infatti l’assessore Adriana Celestini e il presidente della Prima circoscrizione Susanna Dini. L’assessore in particolare ha ricordato come Ancona è un città che vive sul mare, col mare e del mare, e ha lanciato un messaggio ai ragazzi della classe terza C delle “scuole elementari Faiani”, presenti per l’occasione: “il mare è un nostro amico e va amato per tutto ciò che produce per noi”.

Stasera presso la sede dell’Ancona Yacht Club sarà presentato il libro “L’uomo che parlava con i delfini”, di Alfred Giacon. Ma il viaggio continua e già domani Giacon, insieme al resto del gruppo, sarà a San  Benedetto del  Tronto per ribadire il concetto che se amiamo questo mondo, dobbiamo cominciare a viverlo rispettandolo, e se vogliamo migliorarlo dobbiamo partire da noi stessi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento