Rompe i vetri dell’autobus in corsa, poi aggredisce i poliziotti: arrestato

L'uomo aveva il volto parzialmente travisato, è stato arrestato e stamattina è comparso davanti al giudice

Foto di repertorio

Ieri pomeriggio gli agenti delle volanti sono intervenuti al Piano dove era stato segnalato un uomo che, in evidente stato di ebbrezza, era salito a bordo di un autobus da Piazza Rosselli con il volto parzialmente nascosto da una sciarpa ed occhiali neri, imprecando con qualcuno in una conversazione al telefono cellulare. Dopo aver chiesto insistentemente all’autista dell’autobus di farlo scendere, il 38enne ha rotto con i calci la porta a vetri mentre l’autobus stava continuando la sua corsa. L’autista ha quindi fermato il mezzo in via Giordano Bruno, dove l’uomo ha prima tentato di scendere attraverso i vetri rotti rischiando anche di ferirsi e poi è uscito dalla porta anteriore davanti alle numerose persone presenti. In pochi minuti è stato individuato dalle volanti nella vicina via Macerata, dove aveva anche scaraventato a terra un cassonetto della raccolta dei rifiuti. 

Il 38enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, ha anche tentato di colpire i poliziotti con calci e pugni durante le fasi dell’identificazione. E’ stato arrestato per danneggiamento aggravato, resistenza a pubblico ufficiale, attentato alla sicurezza dei trasporti, interruzione di pubblico servizio e oltraggio a pubblico ufficiale. Questa mattina il giudice ha convalidato l’arresto applicando la misura dell’obbligo di firma in questura, in attesa dello svolgimento del procedimento penale.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Coronavirus, confermato il primo caso nelle Marche: è un 30enne

Torna su
AnconaToday è in caricamento