Ubriaco orina in pubblico davanti a passanti e poliziotti: finisce in Questura

Due anconetani hanno alzato troppo il gomito e sono finiti nella rete dei controlli del territorio effettuati dagli uomini dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ancona

Hanno fatto un uso smodato di alcol e sono finiti nella rete dei controlli del territorio effettuati dagli uomini dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ancona diretti dal V.Q.A. Cinzia Nicolini.

Il primo è un anconetano di 41 anni che, questa notte attorno alle ore 2.30, è stato sorpreso dagli agenti delle Volanti mentre percorreva Via Conca a forte velocità alla guida di un'auto di grossa cilindrata. Durante il controllo effettuato con l'etilometro, gli agenti hanno riscontrato un tasso alcolemico di 1,48 g/l. Inoltre hanno appurato che l’uomo, di ritorno da una serata in discoteca, guidava con la patente revocata. È stato così denunciato per le violazioni previste dal Codice della Strada.

Il secondo è un altro anconetano di 46 anni con qualche precedente di polizia che, nel tardo pomeriggio di ieri, si aggirava in stato ubriachezza per le vie del centro. Notato dalla Volante di zona, l'uomo ha pensato bene di orinare alla luce del sole nonostante la presenza di numerosi passanti e degli agenti di Polizia.
Condotto in Questura – dove ha smaltito la sbornia – l'uomo è stato denunciato per atti contrari alla pubblica decenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • «Mi ha fotografata mentre ero in bagno». Scoppia la lite al mare, arriva la polizia

  • Agguato sotto casa, accerchiato e aggredito da due uomini: uno era incappucciato

  • Tamponano un carabiniere, l'auto si ribalta: all'ospedale due donne e un neonato

Torna su
AnconaToday è in caricamento