Terremoto: nuova scossa nell'anconetano, la magnitudo è 4.4

Una scossa di magnitudo 4.4 ha colpito giovedì mattina l'anconetano attorno alle 8 e 45 del mattino. Una seconda scossa (2.3) ha poi seguito alle ore 08:52. Un blocco di calcare è caduto fra la Spiaggia Gigli e i Lavi di Sirolo

Una nuova scossa di terremoto di magnitudo 4.4 ha colpito giovedì mattina l'anconetano attorno alle 8 e 45 del mattino. Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico  Adriatico centro-settentrionale ad una profondità di 7.9 km.

Moltissime le chiamate di cittadini spaventati a vigili del fuoco e forze dell'ordine, e diverse persone sono scese in strada. Il sisma è stato avvertito in modo particolare nei comuni di Numana e Sirolo. Secondo l'Ingv, la sequenza che sta interessando la zona dal 21 luglio ha visto fino ad ora più di 100 scosse.

Una seconda scossa di magnitudo 2.3 ha poi fatto seguito alle ore 08:52.

I DANNI. Secondo la Protezione civile delle Marche non risulterebbero nè feriti, nè gravi danni alle cose. Un tratto di via Flaminia è stato messo in sicurezza con le transenne per la caduta di alcuni calcinacci da un palazzo (già ammalorato), che hanno lievemente danneggiato le auto parcheggiate sotto. Un pezzo di cornicione è caduto dalla sede della Prefettura in piazza del Plebiscito, mentre alcune crepe in corso di valutazione si sono aperte nelle pareti della sede del distaccamento porto dei vigili del fuoco di Ancona e in quelle della capitaneria di porto. Verifiche anche alla sede dell’Inps e in alcuni uffici ed edifici privati.

FRANA SULLA SPIAGGIA DEI GIGLI E LAVI DI SIROLO

CONTROLLI A MEZZAVALLE E ZONA DEI GESSI

LE REAZIONI DEI TURISTI. "Questa volta la scossa è stata più lunga, ma la gente è sembrata più tranquilla, forse si è abituata al terremoto, purtroppo...". Silvia, la titolare del Bar del Conero della piazzetta di Sirolo, tenta di sdrammatizzare la paura per il 'botto', che ha suscitato lo stesso fuggi fuggi generale del 21 luglio, quando i sismografi registrarono un movimento tellurico di magnitudo 4.9 in piena notte. ''La gente è venuta a fare colazione, e mi sembra che stia continuando la giornata al mare. Ma c'era un ragazzo che non aveva mai vissuto l'esperienza del terremoto: è andato letteralmente in panico".

A Sirolo, come a Numana e Ancona, questa mattina non si parla d'altro. Residenti e turisti hanno avvertito distintamente prima il boato, poi la terra tremare. In tanti si sono riversati in strada, soprattutto nel centro storico, dove per molti dei vacanzieri la scossa è stata l'indesiderata sveglia del mattino.

''Eravamo qui anche la volta scorsa a luglio, abbiamo una casa in centro'' raccontano Angela e Pinuccia, madre e figlia, turiste da Modena. ''Ce lo stiamo portando dietro da un anno il terremoto, prima in Emilia e adesso qui. Cerchiamo solo di non pensarci. Oggi eravamo sulla terrazza e abbiamo sentito un grande boato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare, mamma e papà ricoverati: bimbo di 5 anni resta completamente solo

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Contagi nelle Marche, trend in aumento: ad Ascoli si fanno più tamponi

  • Ambulanze in fila, il Pronto soccorso scoppia: a Torrette esauriti i posti letto per i Covid

  • Il Coronavirus blocca anche il paradiso: Italo, il "survivor" solitario che vive di pesca e cocco

  • Evitare il contagio durante la spesa, tutte le indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità

Torna su
AnconaToday è in caricamento