Torna la paura nelle Marche: due scosse di terremoto: lezioni sospese

Lezioni sospese e studenti mandati a casa. La situazione

Sono state registrate due forti scosse di terremoto questa mattina davanti alla costa marchigiana, tra le province di Ascoli Piceno e Fermo. Alle 10.22 il primoterremoto di magnitudo 3.1 avvenuto ad una profondita' di 11 chilometri a 17 chilometri da Cupra Marittima mentre la seconda alle 10.55 di magnitudo 3.6 a 15 chilometri dal litorale di Pedaso e sempre di Cupra Marittima, ad una profondita' di 8 chilomteri. I rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) hanno registrato altre due scosse ieri sera, entrambe di magnitudo 3.1, alle 21.59 e alle 23.03 sempre a largo della costa tra le province di Fermo e Ascoli. A dare la notizia l'Agenzia Dire. 

Lezioni sospese e studenti mandati a casa a Grottammare (Ascoli Piceno). Il sindaco Enrico Piergallini ha disposto la sospensione delle lezioni, l'evacuazione delle scuole e sopralluoghi immediati in tutte le strutture pubbliche in seguito alla scossa di magnitudo 3.6 che ha fatto scattare il Piano di emergenza anche nel territorio grottammarese. Immediati i sopralluoghi negli edifici scolastici e negli altri immobili pubblici da parte dei tecnici comunali e dei volontari della Protezione civile. Le verifiche sono in corso. La seconda scossa, quella di magnitudo 3.6, e' stata avvertita da tutta la citta' tanto che immediatamente e' stato evacuato anche il Municipio di Grottammare. Molte persone hanno lasciato gli edifici per trovare riparo in strada. Anche a Fermo ilterremoto e' stato avvertito ma in maniera molto meno evidente. "Le scosse di questa mattina si sono avvertite soprattutto sulla costa sud e nei piani piu' alti degli edifici della citta'- spiega alla Dire il sindaco Paolo Calcinaro-. Ormai purtroppo ci stiamo abituando a queste continue scosse ma per fortuna non si segnalano danni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Il titolare ubriaco serve i clienti, il questore chiude il bar: «Ritrovo di pregiudicati»

  • Addio a Attilio Sciarrillo, titolare della farmacia di via Ascoli Piceno

Torna su
AnconaToday è in caricamento