Terremoto: un blocco di calcare frana fra la Spiaggia Gigli e i Lavi

Un grosso blocco di calcare che è caduto fra la Spiaggia Gigli e i Lavi di Sirolo, zona già interdetta alla balneazione e messa in sicurezza con una rete metallica. Nessun ferito

Subito dopo il sisma un grosso blocco di calcare che è caduto fra la Spiaggia Gigli e i Lavi di Sirolo, zona già interdetta alla balneazione e messa in sicurezza con una rete metallica perché  rischio di frane. Il sindaco di Sirolo Moreno Misiti ha rassicurato che non ci sono stati feriti. L'immagine, segnalataci da una lettrice, ha fatto presto il giro dei social network.

"A fare impressione è stato il rumore, più che il movimento'' ha raccontato Fiorenza,  turista dall'Emilia che ha assistito alla scena. ''Sembrava un camion dell'immondizia che stesse scaricando, ma poi abbiamo capito di cosa si trattava''.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • «Mi ha fotografata mentre ero in bagno». Scoppia la lite al mare, arriva la polizia

  • Agguato sotto casa, accerchiato e aggredito da due uomini: uno era incappucciato

  • Tamponano un carabiniere, l'auto si ribalta: all'ospedale due donne e un neonato

Torna su
AnconaToday è in caricamento