Terremoto: un blocco di calcare frana fra la Spiaggia Gigli e i Lavi

Un grosso blocco di calcare che è caduto fra la Spiaggia Gigli e i Lavi di Sirolo, zona già interdetta alla balneazione e messa in sicurezza con una rete metallica. Nessun ferito

Subito dopo il sisma un grosso blocco di calcare che è caduto fra la Spiaggia Gigli e i Lavi di Sirolo, zona già interdetta alla balneazione e messa in sicurezza con una rete metallica perché  rischio di frane. Il sindaco di Sirolo Moreno Misiti ha rassicurato che non ci sono stati feriti. L'immagine, segnalataci da una lettrice, ha fatto presto il giro dei social network.

"A fare impressione è stato il rumore, più che il movimento'' ha raccontato Fiorenza,  turista dall'Emilia che ha assistito alla scena. ''Sembrava un camion dell'immondizia che stesse scaricando, ma poi abbiamo capito di cosa si trattava''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento