Bologna: anconetana sfugge a uno stupro sotto casa

Una 42enne anconetana residente da tempo a Bologna è riuscita a mettere in fuga uno stupratore che l'ha aggredita davanti alla porta di casa. Acquisite le immagini della videosorveglianza

Bruttissimo episodio ieri a Bologna per una 42enne anconetana residente da tempo nel capoluogo emiliano.
La donna stava rientrando a casa verso le nove e mezza di sera, nel suo appartamento di via Masini, nei pressi della stazione, quando è stata aggredita e sbattuta a terra da un uomo che è riuscito ad abbassarle i pantaloni fino al ginocchio e ha cominciato a palpeggiarla pesantemente e solo le disperate grida della donna sono riuscite a mettere in fuga il violentatore.

L'aggressione è stata talmente brutale che la vittima ha avuto l'impressione di aver subito una vera e propria violenza sessuale, eventualità scongiurata dagli esami medici eseguiti in ospedale. La donna ha comunque subito un'intollerabile violenza, che le ha procurato fra l'altro la rottura del setto nasale.
La polizia ha acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza del complesso in cui risiede l'anconetana.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Va in overdose dietro la chiesa

Torna su
AnconaToday è in caricamento