Sanità: il tavolo dei sindaci riunito a Senigallia con la Regione

Su iniziativa del Sindaco di Senigallia è tornato a riunirsi il tavolo di lavoro cui fanno parte i Sindaci dei comuni di Ancona, Jesi, Osimo e Fabriano. Sul tavolo il tema dei posti letto

Il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi

Su iniziativa del Sindaco di Senigallia è tornato a riunirsi il tavolo di lavoro cui fanno parte i Sindaci dei comuni di Ancona, Jesi, Osimo e Fabriano e che ha visto la partecipazione e l’intervento nella discussione dell’Assessore Regionale alla Sanità, Almerino Mezzolani, del Presidente della V Commissione consiliare Sicurezza sociale (Servizi sociali; Assistenza sanitaria e ospedaliera; Assistenza sociale) dell’Assemblea legislativa della Regione Marche, Francesco Comi, il Direttore del Dipartimento Salute e per i Servizi Sociali della Regione Carmine Ruta, il Direttore dell’ASUR Piero Ciccarelli, nonché i rappresentanti dell’Inrca, dell’ospedale Regionale di Torrette e il Direttore dell’Area Vasta n. 2 Maurizio Bevilacqua.

L’incontro ha permesso di esaminare le questioni attenenti i servizi sanitari nell’ambito delle previsioni definite dal patto della salute, dal piano socio-sanitario regionale e dalla recente deliberazione della Giunta Regionale n. 784 del 28 maggio scorso.
L’incontro è stato aperto con l’intervento del Sindaco Mangialardi che ha illustrato il percorso avviato dai Sindaci dei comuni già capofila delle disciolte zone territoriali ponendo alcune delle questioni già dibattute e presentate alla Regione Marche.
La discussione ha consentito di approfondire tutti gli aspetti del percorso avviato dalla Regione stessa con il quale si tende a poter soddisfare i bisogni di salute dei cittadini del territorio regionale a fronte di una situazione che prevede risorse sempre minori.
La discussione ha riguardato il tema dei posti letto, un’organizzazione sanitaria che vede la presenza di un numero elevato di strutture ospedaliere, alcune delle quali destinate a essere trasformate in presidi post-acuzie e lungo degenze, la nuova sede dell’Area Vasta, la riorganizzazione dei dipartimenti e delle sedi distrettuali.

L’Assessore Mezzolani ha sottolineato l’importanza delle riforme avviate dalla Regione che si inseriscono in un contesto economico e finanziario quanto mai difficile per l’intera nazione e ha sottolineato come a fronte di una situazione in continua evoluzione anche le risposte debbano essere conseguenti. Ha ricordato poi come la sanità marchigiana in seguito all’istituzione dell’Asur abbia visto raggiungere equilibri di bilancio in passato non conseguiti. Ha sottolineato infine la necessità di arrivare a una concertazione tra tutti i soggetti interessati per trovare una sintesi alle risposte dei bisogni di salute della comunità.

Il Sindaco Mangialardi ha sottolineato di condividere l’impostazione metodologica e gli obiettivi generali che i provvedimenti messi in essere dalla Regione intendono perseguire per rispondere alle esigenze della comunità marchigiana in un quadro che è mutato sia in termini di organizzazione ed erogazione di servizi, sia in termini di approccio scientifico e metodologico alle terapie, sia in termini di disponibilità di risorse. Ha chiesto certezze sul fatto che tale percorso possa portare i risultati attesi e in particolare ha sottolineato la necessità di conoscere quali saranno le ricadute concrete nel territorio del percorso avviato, in modo che le questioni presentate possano avere una risposta il più vicino possibile alle aspettative della popolazione e delle Istituzioni locali.

A conclusione dell’incontro i Sindaci presenti hanno preso l’impegno di provvedere alla convocazione dell’Assemblea dell’Area Vasta, che dopo la nomina del Presidente sarà chiamata a discutere e ad esprimere il proprio parere sul piano di attuazione, documento che indicherà i criteri e le modalità per attuare le future scelte in materia di organizzazione e servizi sanitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento