Troppo vento e l'arredo natalizio perde i pezzi, il tappeto rosso è durato solo 4 giorni

L’accensione delle luci natalizie è un ricordo ancora fresco, il telo rosso che adornava il pavimento del Corso invece è un ricordo e basta

Il tappeto appena rimosso

La neve non è ancora arrivata e quasi certamente non arriverà per Natale. Meno male, verrebbe da dire, perché è bastato il vento notturno, forte sì ma lontano dalla bufera di fine ottobre, a cambiare i connotati del BiANCONAtale. Il tappeto rosso posizionato lungo Corso Garibaldi è durato meno di una settimana, mercoledì mattina è stato smantellato per questioni di sicurezza a causa degli avvallamenti creati dalle raffiche che lo hanno perfino strappato in alcuni punti. Una sostituzione? Non è all’orizzonte, spiega l’assessore alle manutenzioni Stefano Foresi: «Quasi certamente il tappeto non verrà riposizionato, anche perché potrebbe succedere nuovamente quello che è accaduto».

Stamattina l’occhio di negozianti e passanti è stato rubato dal corso tornato “nudo” dopo neppure una settimana e dai cumuli di telo rosso che non aspettavano di essere posati bensì di essere portati via. I tecnici di una ditta esterna al Comune, con in mano pistole di silicone e spatole, ponevano rimedio alla scena già malinconica tappando i buchi dove fino a poche ore prima erano avvitati i bulloni che tenevano fermo il telo. I fori non ci sono più, ma oggi era ben visibile la traccia più chiara che correva lungo il corso al posto del tappeto: «Si è formata solo perché quella parte è rimasta coperta e non si è depositata la polvere» ha concluso Foresi. 

L’anno scorso era stata usata della colla per fissare il telo al pavimento e aveva creato polemiche e imbarazzi. Una volta tolto il tappeto a feste finite (allora sì) lungo il corso erano rimasti i segni dell’adesivo, praticamente un binario al centro dello storico viale con pezzi ancora attaccati al suolo. E’ stata questa la ragione per cui quest’anno l’amministrazione ha scelto di ricorrere al fissaggio meccanico. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Il tappeto rosso non più. 
 

Potrebbe interessarti

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Spiagge last minute a prezzi stracciati: basta un click con la startup anconetana

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • Malore fatale mentre torna a casa dal lavoro, muore accasciato sul volante

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

  • Lo sterzo si blocca, si schianta contro un'auto e si ribalta: un ferito

  • Taroccavano le auto per rivenderle a km zero, sgominata banda di truffatori

Torna su
AnconaToday è in caricamento