“Sunbeam”: è targato Univpm il primo progetto operativo per la Macro Regione Adriatico Ionica

L'obiettivo è rafforzare e consolidare la cooperazione accademica tra gli istituti di istruzione superiore e creare una rete di relazione didattica e scientifica

Il primo progetto operativo per la Macro Regione Adriatico Ionica è italiano ed è l’Università Politecnica delle Marche che è riuscita ad imporsi tra le oltre 120 proposte presentate alla Commissione. Il progetto, presentato nel quadro del progetto Erasmus Mundus, è stato selezionato e finanziato dalla Commissione Europea per un importo di tre milioni di Euro.

Sunbeam - questo il nome - intende rafforzare e consolidare la cooperazione accademica tra gli istituti di istruzione superiore e creare una rete di relazione didattica e scientifica (la mobilità non riguarderà solo gli studenti ma anche i docenti e lo staff amministrativo). La rete costituirà l’elemento fondamentale della futura infrastruttura accademica e culturale della Macroregione e creerà una piattaforma per la condivisione di percorsi formativi comuni e per l’assegnazione di “titoli congiunti” tra le Università dei Paesi delle due sponde.

I numeri parlano chiaro: tre milioni di euro di finanziamento, 1675 borse mese-uomo, 20 partner oltre 6 partner associati degli otto Paesi appartenenti alla Macroregione più il Kosovo.

Tutto ciò è stato possibile grazie all’esperienza pregressa della rete UNIADRION, la rete delle Università dell’Adriatico e dello Ionio e partner del progetto; altri partner sono il Forum delle città dell’Adriatico e dello Ionio, il Forum delle Camere di Commercio, l’iniziativa Adriatico Ionica (IAI), il Centro Alti Studi Europei e l’Associazione studentesca Aiesec.

 “Questa iniziativa rafforzerà il ruolo dell’Ateneo che assumerà una più alta visibilità e posizione a livello internazionale – ha dichiarato il Rettore Sauro Longhi – Sappiamo già che a livello nazionale all’Ateneo sono state riconosciute la qualità della didattica e della ricerca posizionandolo tra le prime università italiane, ora l’obiettivo è quello di far si che l’Univpm abbia sempre un ruolo più importante anche in campo internazionale”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

  • Allarme meningite, maestra in gravi condizioni: scatta la profilassi a scuola

Torna su
AnconaToday è in caricamento