Minacce e molestie all'ex fidanzata, stalker in arresto dopo anni di soprusi

La giovane aveva sporto diverse querele tra il 2015 ed il 2017, preoccupata perché il suo persecutore riusciva a raggiungerla sui social, dove aveva creato diversi falsi profili con il suo nome

Non voleva cedere alle sue avances e che per sottrarsi a quelle attenzioni morbose e possessive, dal sud Italia si era trasferita a lavorare nelle Marche, cambiando più volte numeri di telefono, luoghi di residenza e di lavoro nel tentativo di non farsi trovare dal suo aggressore. Dopo anni di molestie alla sua ex, la Polizia Postale e delle Comunicazioni di Ancona ha arrestato lo stalker, un 36enne pugliese.

La giovane aveva sporto diverse querele nel 2015, poi più volte nel 2016 e nel 2017, preoccupata perché il suo persecutore riusciva a raggiungerla sui social, dove aveva creato diversi falsi profili con il suo nome e le sue immagini sottratte dal profilo originale, causandole ansia e disagio, anche per frasi offensive e volgari. Non solo, lo stalker si “insinuava” tra le sue conoscenze e i suoi colleghi di lavoro, anche quelli che l’aggressore non doveva e non poteva conoscere, ed arrivava a lei ovunque andasse, piombando sul posto di lavoro ad infastidirla e a volerne compromettere l’immagine professionale, tanto da indurla a licenziarsi.

La donna aveva successivamente integrato la sua denuncia con nuovi fatti, preoccupata dall’atteggiamento sempre più invasivo dell'ex, al punto da dover essere seguita da uno psicologo. La scorsa estate l’autore, a conclusione delle indagini preliminari, è stato raggiunto da un avviso di garanzia, ma neppure il fatto di essere indagato in un procedimento penale ha fermato i suoi atti persecutori. Ora dopo anni di soprusi lo stalker è stato arrestato.

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

I più letti della settimana

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • Inferno in A14, colpa del cambio di carreggiata: 27enne in gravissime condizioni

  • Carambola da paura nella notte: 7 i coinvolti, due feriti gravi

  • Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

  • Violento frontale al Vallone, donna gravissima: automobilista ubriaco fugge per campi

Torna su
AnconaToday è in caricamento