Spese pazze, l'ex presidente Spacca assolto in Appello

Confermata in secondo grado la decisione del gup, impugnata dalla Procura: con l'ex governatore anche i consiglieri Comi, Bugaro e Binci

Gian Mario Spacca

La Corte di Appello di Ancona ha assolto l'ex governatore Gian Mario Spacca dall'accusa di peculato nell'ambito dell'inchiesta sulle cosiddette "Spese pazze", somme destinate ai gruppi che invece, secondo l'accusa, sono state utilizzate per l'acquisto di beni e servizi a uso personale. Con Spacca, assolti anche l'ex segretario regionale del Pd, Francesco Comi, gli ex consiglieri regionali Giacomo Bugaro (Forza Italia) e Massimo Binci (Verdi) oltre a Roberto Ricci (capo della segreteria del gruppo consiliare dem). 

Nel settembre 2016 il gup di Ancona Francesca Zagoreo, nel rito abbreviato di primo grado, aveva assolto i cinque "perché il fatto non sussiste". La Procura aveva impugnato l'assoluzione e fatto ricorso in secondo grado che ha confermato quando deciso dal gup. Si tratta di uno dei filoni giudiziari della vicenda che ha visto indagati 66 tra politici e funzionari dei partiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento