Sottopasso di via Mameli, aperto il nuovo bando per l'affidamento dei lavori

Il tunnel è lungo 68 metri, l’altezza supererà i due metri e sarà largo almeno un metro. L’obiettivo è di abbattere le barriere architettoniche e migliorare la fruibilità

E’ aperto il bando per l’affidamento dei lavori di ristrutturazione integrale del sottopasso di via Mameli e ci sarà tempo fino alle 13 del 13 novembre per presentare le offerte. L’avviso di gara e tutti i documenti relativi sono pubblicati sulla homepage del sito istituzionale del Comune di Falconara. La durata prevista per il restyling è di 180 giorni consecutivi. «E’ il secondo bando indetto dalla Centrale unica di committenza per l’affidamento dei lavori – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Valentina Barchiesi – dopo che il primo era andato deserto e proprio per questo i tempi si sono allungati. Con il nuovo bando sono stati ampliati i requisiti delle imprese che possono partecipare alla gara, prima limitati da una serie di prescrizioni di altri soggetti coinvolti nel progetto. Ci auguriamo quindi che stavolta il bando vada a buon fine, per poter completare l’intervento in tempi utili per la prossima stagione. I lavori erano stati finanziati nel 2016, nel corso della precedente legislatura, ma per intervenire sono stati necessari alcuni passaggi, come indagini sui materiali con prove e sondaggi dallo studio geologico, passando per le prescrizione dettate da Rfi a settembre 2017, a maggio 2018 e a febbraio 2019».

Il progetto, per un importo di oltre 400mila euro finanziato dall’Autorità Portuale, mira ad abbattere le barriere architettoniche e a rendere accessibile a tutti il sottopasso più centrale della città per raggiungere la spiaggia: sarà infatti realizzato un ascensore/piattaforma elevatrice sul lato monte, mentre sul lato mare sarà realizzata una rampa per garantire la percorribilità anche a chi si muove in carrozzina e alle mamme con i bimbi in passeggino. Il progetto redatto dallo Studio di ingegneria Talevi prevede anche interventi per evitare le infiltrazioni d’acqua, oltre a un allargamento e a un aumento dell’altezza del tunnel, lungo complessivamente 68 metri: il sottopasso corre infatti sotto la via Flaminia a una profondità di 3,10 metri rispetto al livello del marciapiedi, per passare poi sotto gli edifici che sorgono sul lato mare della strada e sotto la ferrovia prima dello sbocco in spiaggia. Attraverso l’abbassamento del piano calpestabile sarà ricavata un’altezza minima di 2,15 metri, che in alcuni punti arriverà a 2,36 metri (attualmente l’altezza minima è di 1,73 metri), mentre l’eliminazione degli speroni in muratura realizzati lungo il tunnel permetterà di allargarlo fino a un minimo di un metro (la larghezza minima è attualmente di 0,77 metri). La scala di accesso di via Mameli sarà invece allargata a 1,5 metri. E’ previsto anche il rifacimento del sistema di sollevamento e di allontanamento delle acque piovane e di lavaggio, il rifacimento dei cassonetti di contenimento delle condotte fognarie, il rifacimento dell’impianto elettrico e dell’illuminazione, l’impermeabilizzazione e l’intonacatura della volta, una nuova pavimentazione antisdrucciolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale è lontano, ma non troppo: i consigli per decorare l'appartamento con stile

  • Trova la madre morta in bagno, arriva la polizia: tragedia in un appartamento

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Corruzione, Caglioti sospeso per aver rispettato segreto su indagini: «E' dittatura»

  • Chiede l'elemosina al market, mostra i documenti ma è troppo tardi: denunciato

Torna su
AnconaToday è in caricamento