Andrea e Maria, i solisti dell’accademia d’arte lirica di Osimo

Andrea ha cominciato suonando la fisarmonica e con la musica popolare mentre Maria ha iniziato con la danza classica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

L’Italia ha due giovanissimi rappresentanti nell’Accademia d’Arte Lirica di Osimo. Sono il tenore Andrea Calce, 21 anni, e il soprano Maria Romano, 21 anni anche lei, entrambi di Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, iscritti all’anno accademico in corso. Andrea ha cominciato suonando la fisarmonica e con la musica popolare, per poi spostarsi sull’opera mentre Maria ha iniziato con la danza classica e poi ha scelto il canto.

«Siamo entrambi studenti al Conservatorio di Salerno e contemporaneamente ci stiamo perfezionando all’Accademia – ci raccontano, uniti dalla stessa passione per la musica e legati anche nella vita di tutti i giorni – Non è molto facile fare la spola tra le due città, ma ci stiamo adattando. Sicuramente l’Accademia è un’ottima scuola di perfezionamento: ci troviamo molto bene e per noi ci sono i migliori docenti del mondo. Inoltre è positivo che durante l’Anno Accademico ti seguano diversi maestri con cui puoi approfondire aspetti diversi. La scelta di Osimo non è stata casuale: cercavamo una scuola in cui poter crescere, artisticamente oltre che vocalmente. Chiedendo pareri agli addetti ai lavori ci hanno indirizzato qui". Il sogno del cassetto? “Ovviamente cantare nei migliori teatri del mondo – concludono entrambi – e speriamo davvero di realizzare questo sogno».

Ufficio Stampa Accademia d’Arte Lirica di Osimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento