Mare grosso e corrente forte, soccorsi sei canoisti fra Portonovo e le Due Sorelle

Tra loro anche un ragazzino minorenne, spaventato e infreddolito

La nuova postazione di salvataggio alle Due Sorelle

Raffica di soccorsi oggi tra Portonovo e le Due Sorelle. Sei canoisti in difficoltà, sorpresi dal mare grosso e dalla forte corrente, sono stati tratti in salvo dal gommone di salvamento di Portonovo.

La prima richiesta d’aiuto è arrivata dalle Due Sorelle, dove il bagnino Gianfrancesco Gatti - che già ieri aveva soccorso una turista 45enne in difficoltà, trascinata via dalla corrente - ha contattato la Capitaneria di Porto per segnalare la presenza di un infermiere marchigiano e una ragazza veneta, entrambi trentenni, che non riuscivano ad allontanarsi dai faraglioni. Sul posto è intervenuto il gommone di salvamento di Portonovo che ha trainato i due fino alla baia.

Durante il tragitto sono stati soccorsi altri due canoisti, padre e figlio di nazionalità romena, in difficoltà con la loro canoa biposto: il ragazzino minorenne, in particolare, era molto spaventato e infreddolito. Nessuno, però, ha avuto bisogno di ricorrere alle cure del pronto soccorso. Nel pomeriggio, nuovo intervento al largo della baia per aiutare un’altra coppia di romeni, molto affaticati a causa delle onde: la canoa che avevano preso in affitto è trainata dal gommone fino allo stabilimento La Capannina. Anche per loro, tanto spavento ma nessuna conseguenza fisica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto corruzione in Comune, arrestati 4 imprenditori e indagati 4 assessori

  • Terremoto al Comune di Ancona, corruzione e clientelismo: serie di arresti e indagati

  • E' un colosso del bricolage e fai-da-te, ad Ancona arriva Leroy Merlin: 100 assunzioni

  • Choc nel Comune di Ancona, arresti ed indagati: sono oltre 30 le persone coinvolte

  • Terremoto in Comune, la Mancinelli: «Sono preoccupata ma ora calma e gesso»

  • Tragedia in strada, travolto da un'auto mentre attraversa: ciclista morto sul colpo

Torna su
AnconaToday è in caricamento