Sisma in Lunigiana: operativo il campo di accoglienza, 80 volontari dalle Marche

Oltre alle tende per il ricovero delle persone, nel campo sono in funzione una segreteria per il coordinamento delle attività, cinque moduli bagno e una tensostruttura adibita a mensa

Il campo di accoglienza allestito dalla Protezione civile delle Marche con tende, gruppi elettrogeni e cucina da campo è diventato operativo a Casola (Massa Carrara), uno dei comuni colpiti dal terremoto della Lunigiana.

Vi lavorano 80 volontari giunti dalle Marche, che hanno accolto i senza tetto. Oltre alle tende per il ricovero delle persone, nel campo sono in funzione una segreteria per il coordinamento delle attività, cinque moduli bagno, di cui uno per diversamente abili e una tensostruttura adibita a mensa. 

Soddisfatto per "l'efficiente gestione dell'emergenza" il direttore della Protezione civile delle Marche, Roberto Oreficini, che ha visitato il campo insieme al commissario prefettizio Roberta Carpanese e al responsabile delle attività logistiche della Protezione civile nazionale Marco Agnoloni.

(fonte: ANSA)

Potrebbe interessarti

  • «Sai come se dice in Ancona?» I proverbi top del capoluogo marchigiano

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Spiagge last minute a prezzi stracciati: basta un click con la startup anconetana

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • La vacanza finisce in tragedia: giovane papà muore schiacciato da un quad

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • In porto c'è l'Andrea Doria, il caccia della Marina aperto al pubblico per le visite a bordo

  • Chiedevano 70 euro a prestazione, scoperta la casa squillo sulla Flaminia

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

Torna su
AnconaToday è in caricamento