Sisma in Lunigiana: operativo il campo di accoglienza, 80 volontari dalle Marche

Oltre alle tende per il ricovero delle persone, nel campo sono in funzione una segreteria per il coordinamento delle attività, cinque moduli bagno e una tensostruttura adibita a mensa

Il campo di accoglienza allestito dalla Protezione civile delle Marche con tende, gruppi elettrogeni e cucina da campo è diventato operativo a Casola (Massa Carrara), uno dei comuni colpiti dal terremoto della Lunigiana.

Vi lavorano 80 volontari giunti dalle Marche, che hanno accolto i senza tetto. Oltre alle tende per il ricovero delle persone, nel campo sono in funzione una segreteria per il coordinamento delle attività, cinque moduli bagno, di cui uno per diversamente abili e una tensostruttura adibita a mensa. 

Soddisfatto per "l'efficiente gestione dell'emergenza" il direttore della Protezione civile delle Marche, Roberto Oreficini, che ha visitato il campo insieme al commissario prefettizio Roberta Carpanese e al responsabile delle attività logistiche della Protezione civile nazionale Marco Agnoloni.

(fonte: ANSA)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si annoda una corda al collo e si lascia andare: vigile del fuoco trovato morto in casa

  • Pizzeria a fuoco in piena notte, giallo sulle cause: chiusura forzata e danni ingenti

  • E' morto Renzo Castellani: era il compagno della consigliera 5 Stelle Romina Pergolesi

  • Nuovo caso di Dengue in città, scatta l'allerta: «Finestre chiuse e animali in casa»

  • Apre la nuova scuola di danza, Andreas e Veronica insegnanti d’eccezione

  • La mamma ritrova il suo portafoglio, dentro c'erano i documenti del figlio ricoverato al Salesi

Torna su
AnconaToday è in caricamento