Aggressione in centro, il sindacato di Polizia: «Vite umane mandate allo sbaraglio»

A commentare quanto accaduto ieri pomeriggio in corso Garibaldi è l'UGL Marche, il sindacato di Polizia Locale

«Ennesima aggressione ai danni dei colleghi della Locale di Ancona, dopo il lancio di un masso all’auto di servizio qualche settimana fa, oggi in pieno centro, la “follia” di un extracomunitario ha minato l’incolumità e sicurezza di due operatori della P.L. e di privati cittadini». A commentare quanto accaduto ieri pomeriggio in corso Garibaldi è l'UGL Marche, il sindacato di Polizia Locale.                       

«Avevamo gia’ denunciato - continu l'UGL Marche - la poca formazione e dotazione di strumenti operativi di difesa, come pure il trasformato contesto socio-culturale con problemi legati alla percezione di insicurezza  ma alla luce di quello che e’ accaduto, sembrerebbe che per questa amministrazione, le priorita’ sono altre. Non si può e non si dovrebbe mandare allo sbaraglio “vite umane” senza avere la piena consapevolezza  che il ruolo della Polizia Locale e i diversi tipi d’Interventi  sul territorio sono cambiati, l’uso del “Taser” ad esempio, abbinato ad una specifica formazione, avrebbe sicuramente permesso di gestire in sicurezza e professionalita’, una situazione  complessa come quella accaduta oggi  su Corso Cavour. E’ semplicemente scandaloso che Ancona, capoluogo di Regione, non disponga di un Corpo di PL dotato di strumenti di difesa (armi) , formazione di autodifesa, Dispositivi di Protezione Individuali (DPI), divise invernali (soprattutto per i neo assunti stagionali) e  nuovi segni distintivi (gradi), ecco perche l’Ugl chiede: “come si può  fare sicurezza se chi la dovrebbe garantire opera egli stesso non in sicurezza”? Come recita l’art. 2087 del cc : “E’  fatto obbligo al Datore di Lavoro di adottare le misure che, secondo la particolarità del lavoro, sono necessarie a tutelare l’integrita’ fisica e personalita’ morale dei lavoratori».

«Siamo sicuri - conclude il sindacato - che si sta facendo tutto il possibile per garantirlo? L’Ugl, chiede l’immediata modifica del regolamento del Corpo di PL di Ancona al fine di poter dotare gli Operatori, il prima possibile di strumenti di difesa, per  operare e dare sicurezza. Infine esprimiamo piena solidarietà ai colleghi ai quali offriamo la nostra  totale assistenza e tutela».   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

  • Colto da un infarto in auto, choc nel parcheggio del centro commerciale

Torna su
AnconaToday è in caricamento