Tutela dell'ambiente, a Ferragosto intensificati i controlli della Forestale

Dispiegate 45 pattuglie di Carabinieri Forestali a Ferragosto nella Regione, a presidio delle aree ad alta valenza naturalistica ove, come da tradizione, si prevede un elevato afflusso turistico

Controlli al lago di Pilato

Come ogni anno, il giorno di Ferragosto saranno intensificati i servizi di vigilanza e presidio del territorio per garantire la sicurezza dei cittadini, in campo sono dispiegate 45 pattuglie di Carabinieri Forestali impegnati in particolare nei territori montani, nelle aree protette, nelle zone costiere ad elevato valore naturalistico. Le Centrale Operativa dei Carabinieri, come sempre, risponderà anche alle segnalazioni dei cittadini al numero di emergenza ambientale 1515 ed opererà in costante raccordo con gli Ufficiali di turno in ogni Comando Gruppo Carabinieri Forestale in ambito provinciale.

I servizi saranno svolti prioritariamente nelle aree protette, tra cui il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, il Parco Regionale del Monte Conero, la Gola della Rossa – Frasassi, Monte San Bartolo, Sasso Simone e Simoncello che saranno interessate da un massiccio afflusso turistico. Tra le principali attività che i Carabinieri Forestali stanno svolgendo in questi giorni, anche per il particolare caldo, è la prevenzione di comportamenti potenzialmente pericolosi per l’innesco di incendi boschivi, come l'accensione di fuochi all'aperto. Inoltre, svolgono il fondamentale supporto ai numerosi turisti che percorrono i sentieri delle montagne, molti dei quali inconsapevoli dei pericoli che si possono incontrare se non si è adeguatamente attrezzati e non si ha una buona conoscenza dell’itinerario o delle previsioni metereologiche.

Nelle zone a maggior pregio naturalistico del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, la Valle del Lago di Pilato e il Piano della Gardosa in Comune di Montemonaco (AP), la Valle dell' Infernaccio, in Comune di Montefortino (FM), il Lago di Fiastra (MC), il Monte Bove in Comune di Ussita, i Piani di Castelluccio (PG) saranno attive le pattuglie dei Carabinieri Forestali per i controlli rivolti al corretto svolgimento delle attività turistiche ed escursionistiche, sia per la sicurezza delle persone, sia al fine di evitare danni all'ambiente e disturbo alla fauna selvatica con particolare riguardo al Camoscio appenninico presente nella valle del Monte Bove.

Nel Parco Regionale del Conero, ci saranno anche i Carabinieri Forestali “a cavallo” a presidiare le vaste formazioni mediterranee e i boschi misti del territorio. Dal mese di luglio il Reparto “a cavallo” è operativo e proseguirà la sua attività per tutto il periodo estivo in modo da garantire supporto ai numerosi turisti che frequentano l'area protetta, in particolare nelle aree lontane dalle strade e difficili da raggiungere con gli automezzi.

Potrebbe interessarti

  • Trattorie fuoriporta ad Ancona, le migliori 5 secondo il Gambero Rosso

  • Detenzione di armi, obblighi e scadenze della nuova legge: cosa si deve fare

  • Smettere di fumare: dieci consigli utili per uscire dalla dipendenza

  • Forno a microonde, i vantaggi e rischi per la salute: tutto quello che devi sapere

I più letti della settimana

  • Il mostro ha vinto dopo 4 anni di lotta, Ilenia è morta: la giovane mamma lascia 2 bambini

  • Orrore in mare, il cadavere di un uomo riaffiora dall'acqua a un miglio dalla costa

  • Va al cimitero per pregare il figlio, poi viene travolta: Silvana muore a 64 anni

  • La sua moto travolta in autostrada, centauro morto dopo lo schianto

  • Annegata dopo un tuffo con l'amica, Sofia ha lottato ma non ce l'ha fatta

  • La moglie non lo vede rientrare, marito trovato morto a casa di un amico

Torna su
AnconaToday è in caricamento